St. Etienne-Inter 1-1: a Dodò risponde Sall

Bonazzoli-St-Etienne-InterDopo la brutta figura patita contro il Parma sabato, l’Inter cerca riscatto in terra francese, contro il St. Etienne, nell’incontro valevole per la quarta giornata di Europa League. Mazzarri manda in campo i nerazzurri con il consueto 3-5-2, con Carrizo tra i pali, Juan Jesus (oggi capitano) Vidic e Andreolli a comporre il trio difensivo. In mediana c’è Gary Medel affiancato da Mateo Kovacic e Zdravko Kuzmanovic, a loro volta supportati da Dodò e Mbaye. Ma la grande sorpresa è nel reparto offensivo: infatti ad affiancare Rodrigo Palacio non ci saranno ne il recuperato Pablo Osvaldo, ne Mauro Icardi, bensì Federico Bonazzoli. L’attaccante della primavera ha una grande occasione.

Il primo tempo è quasi completamente a tinte nerazzurre. La squadra di Mazzarri infatti va in campo con grande voglia di fare bene e mette alle corde i padroni di casa fin dall’inizio. La prima occasione arriva dopo sei minuti ed è sui piedi di Kuzmanovic, che mette fuori un assist di Bonazzoli. Ma è solo l’inizio perché l’Inter conclude pericolosamente anche con Dodò su una punizione, sventata da Sall all’undicesimo, e con Mbaye, sul cui colpo di testa interviene Ruffier tre minuti più tardi. Il St. Etienne fatica a ragionare, e di conseguenza per buona parte del primo tempo, soffre il pressing forsennato dell’Inter. Inter che va in vantaggio poco dopo la mezz’ora con Dodò. L’azione parte dai piedi di Ibrahima Mbaye, che dalla destra, con il sinistro, mette in area. Palacio stacca di testa ma con un prodigioso intervento, Ruffier respinge, mettendo però Dodò in condizione di poter appoggiare in rete. L’esterno brasiliano non sbaglia e sigla così il vantaggio interista. 1-0 con la seconda marcatura in questa competizione del numero ventidue nerazzurro.

Il St. Etienne accusa il colpo e non riesce a più a riproporsi in avanti, con l’Inter che amministra il vantaggio e in questo modo si chiude la prima frazione. La rete del vantaggio è più che meritata, con un Inter volitiva e capace di mettere in seria difficoltà i francesi.

Nel secondo tempo però tutto questo viene vanificato. Infatti, il St. Etienne al cinquantesimo pareggia. Sugli sviluppi di un corner, Vidic non riesce a spazzare l’area e favorisce Sall, che non ha difficoltà a trafiggere Carrizo e a siglare l’uno a uno. Il problema non è tanto il gol, ma quello che succede dopo. Infatti i nerazzurri non riescono più a rendersi pericolosi e in molte circostanze paiono addirittura sulle gambe, con i francesi che prendono coraggio e conquistano via via metri di campo. Ed è loro l’occasione più grossa per chiudere il match. Infatti, al minuto ottantacinque, Van Volsfwinkel, dopo aver dribblato i nostri difensori, si presenta in area solo davanti a Carrizo, che compie un miracolo di piede. Dopo tre minuti di recupero la partita si conclude. 1-1 il finale.

Primo tempo sicuramente positivo a differenza del secondo, anche se il pareggio, scaturito da questa partita, è senza dubbio preziosissimo, soprattutto ai fini della classifica.  Ora testa all’Hellas Verona.