Mou l’aveva detto: “ve la faranno pagare…” ecco anche la squalifica di Ranocchia.

«ha contestato l’operato arbitrale rivolgendo al quarto ufficiale un’espressione provocatoria» è questa la motivazione ufficiale che compare nella relazione del giudice sportivo Gianpaolo Tosel, che per la terza volta in sei partite squalifica un giocatore dell’Inter per fatti che avvengono fuori dal campo. Così dopo Cassano e Guarìn, è il turno di Andrea Ranocchia, squalificato per due giornate a causa di alcune frasi polemiche pronunciate nel tunnel degli spogliatoi dopo Inter-Genoa dello scorso 22 dicembre e sentite da uno dei collaboratori di Gervasoni. Ranocchia, diffidato e poi ammonito nel corso della gara contro il Genoa, salterà non soltanto la gara di Udine – come si sarebbe aspettata la società nerazzurra – ma anche l’anticipo serale del 12 gennaio contro il Pescara. Accanimento? Ci piace pensare che sia solo un caso, ma non possono fare a meno di tornarci alla mente le parole dette da qualcuno qualche tempo fa “ve la faranno pagare…”