Squadra che gioca non si cambia: i numeri parlano per Mancini. Rispetto ai primi 4…

I tre punti raccolti contro l’Udinese spingono l’Inter verso il sogno di una qualificazione europea, ma nonostante il trionfo, la squadra nerazzurra – negli ultimi 20 minuti di gara – ha palesato qualche difficoltà di troppo. In 9 contro 11, gli uomini di Mancini non sono riusciti a chiudere la pratica friulana, concedendo ai bianconeri un paio di buone opportunità per riacciuffare il clamoroso pareggio. Sofferenza che probabilmente Roberto Mancini avrebbe potuto alleviare con qualche sostituzione, ma come dimostrano i dati che vi proponiamo, l’ex tecnico del City non ama cambiare troppo la squadra in corsa.

Abbiamo preso in esame i dati relativi ai primi quattro allenatori in classifica e li abbiamo paragonati a quelli di Roberto Mancini, partendo dalla dodicesima giornata di campionato, data in cui il tecnico jesino ha iniziato a guidare i nerazzurri:
l’ex City ha effettuato 62 sostituzioni totali, 36 delle quali dopo il 75esimo minuto di gioco. Quindici di queste 36 sostituzioni sono avvenute addirittura dopo l’85esimo, quando ormai sembra davvero troppo tardi per cambiare le cose. Solo 26 sostituzioni sono avvenute prima del 75esimo. 

Completamente diversa la lettura delle gare del tecnico della Lazio, Stefano Pioli.  L’allenatore biancoceleste ha sfruttato 65 sostituzioni totali, quindi 3 più di Mancini. Differenza minima tra i due, ma la disuguaglianza sta nei minuti di gioco: Pioli ha effettuato ben 37 sostituzioni prima del 75esimo, mentre sono 28 i cambi avvenuti oltre lo stesso minuto. Di questi 28 cambi solo 5 si sono verificati oltre l’85esimo. Quindi 10 meno di Roberto Mancini.

Le sostituzioni totali di Rudi Garcia, invece, sono 64. Il bilancio tra cambi effettuati prima e dopo il 75esimo è in perfetta parità: 32. Sono solo 9 i calciatori spediti in campo dopo l’85esimo, contro i 15 sfruttati da Roberto Mancini.

Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, ha totalizzato lo stesso numero di sostituzioni di Roberto Mancini: 62.
29 di queste avvenute prima del 75esimo, mentre 33 dopo lo scoccare dello stesso minuto. Sono 12 i cambi che il tecnico bianconero ha usato dopo l’85esimo, quindi 3 meno di Roberto Mancini.

Infine Rafa Benitez: il tecnico partenopeo – con una partita in meno – è a quota 62 sostituzioni totali. Ben 36 sono avvenute prima del 75esimo. L’ex Liverpool in solo 4 occasioni ha impiegato calciatori dall’85esimo minuto in poi.

FONTEfcinter1908.it