Spalletti attacca: con chi ce l’ha? Società infastidita!

A che gioco sta giocando Luciano Spalletti? Per molti, le sue dichiarazioni post-Napoli, sono un chiaro segnale a squadra e società, per altri le sue parole sono una strategia per lanciare una scossa alla squadra, troppo discontinua in questa stagione e, attualmente, fuori dalla zona Champions League. Roma e Lazio sono avanti, il Milan è in rimonta ed è a soli 6 punti dai nerazzurri. Secondo La Gazzetta dello Sport, la società interista non ha gradito l’attacco dell’allenatore dopo il pari con il Napoli.

«Qualità? Tutta questa qualità la vorrei vedere. Abbiamo fatto pessime partite ma in generale non abbiamo mai giocato un grandissimo calcio, perché secondo me non abbiamo tutta quella qualità che si dice. Il Napoli ha qualità!» ha detto l’allenatore dopo la sfida di San Siro. Acque agitate in casa nerazzurra con la società che non ha gradito lo sfogo dell’allenatore di Certaldo. Le sue parole potrebbero causare dei problemi anche nello spogliatoio. A chi erano indirizzate le parole del tecnico? La panchina dell’allenatore non sembra essere in bilico, almeno fino a fine anno. In caso di mancata qualificazione alla prossima Champions però potrebbe arrivare la separazione.

L’Inter deve fare quadrato e ha bisogno di un uomo forte. Zhang è ancora giovane, gli altri club hanno delle figure riconoscibili, con ruoli ben definiti. Basti pensare a Marotta alla Juventus, De Laurentiis in prima persona al Napoli, Monchi e Baldissoni alla Roma, Lotito e Tare alla Lazio, o Fassone al Milan. Serve un uomo forte, possibilmente italiano e che magari conosca l’ambiente. Ad Appiano, in questi giorni, servirà una solida presenza dirigenziale per debellare il più in fretta possibile l’eventuale ‘mal di pancia’ di alcuni giocatori dopo le esternazioni di Luciano Spalletti.

FONTEcalcionews24.com
CONDIVIDI