Soriano e Correa: futuro a tinte nerazzurre?

L’asse di calciomercato tra la Genova blucerchiata e la Milano nerazzurra è a dir poco rovente. Sono state molte le trattative che hanno caratterizzato il mercato degli ultimi anni, sia di Sampdoria che di Inter. E questo sodalizio non pare proprio volersi fermare. I nerazzurri sono infatti oramai da tempo su almeno due giocatori doriani, che in questa stagione stanno particolarmente brillando, e rispondono ai nomi di Roberto Soriano e Joaqìn Correa.

L’italiano di Darmstadt 

Che il capitano della Samp stia disputando la sua migliore stagione a livello professionistico, è ormai un dato di fatto. Le statistiche parlano chiaro e certificano la crescita dell’italiano di Darmstadt, punto fermo, oltre che della sua squadra, della Nazionale azzurra. Tempi d’inserimento, incursioni in area e giocate di qualità fanno di Soriano un giocatore maturo per una piazza importante come la Milano nerazzurra. C’è chi parla di accordo formale già fatto tra Inter e Samp, in una trattativa nella quale potrebbero rientrare Dodò e Ranocchia, già a disposizione di Montella.

A volte ritornano

Ed è proprio il caso di Carlos Joaqìn Correa. Infatti, nel gennaio 2013, su consiglio dell’ex Veròn, i nerazzurri fecero un provino a questo ragazzo, all’epoca dei fatti diciannovenne, per poi tramutare il tutto in un acquisto. Tuttavia, proprio la dirigenza dell’Estudiantes, bocciò l’offerta di 3 milioni da parte dell’Inter, per poi cedere due anni esatti dopo a quella di Massimo Ferrero, leggermente più cospicua (8 milioni). El Tucu, sotto l’egida di Montella, è diventato un giocatore di livello assoluto, dopo che diverse panchine e alcuni clamorosi errori (su tutti, quello proprio contro l’Inter), ne avevano parzialmente minato l’evoluzione.

Per i due giocatori, Ferrero chiede circa 14 milioni a testa, e l’Inter sta seriamente pensando di portarli a Milano, specie se dovesse trovarsi a rimpiazzare alcuni giocatori, nel caso di cessioni illustri, specialmente in quei ruoli.