A soli 33 anni Amantino Mancini finisce in Serie D: triste fine di carriera

Amantino Mancini, dopo gli ultimi anni di prestazioni deludenti, riparte (o chiude) da zero, firmando per una squadra brasiliana di serie D.

Ci riprova Alessandro Faiolhe Amantino, meglio noto come Mancini, 33 anni di cui otto passati in Italia tra RomaInter e Milan. L’ex giallorosso, ha firmato nella giornata di ieri un contratto con la squadra diserie D brasiliana Villa Nove Atletico Clube con cui chiuderà la carriera.

Il giocatore negli ultimi anni si era fatto notare più per vicende extra calcistiche che per le sue prestazioni in campo. A Milano si era infatti reso protagonista di un brutto episodio, a seguito del quale venne condannato a due anni e otto mesi di reclusione per violenza sessuale su una ragazza brasiliana conosciuta a una festa di Ronaldinho.

Questa la triste fine di un calciatore molto discontinuo, che toccò l’apice in quel derby di Roma del 9 Novembre 2003 che tutti ricordano, quando con un meraviglioso goal di tacco regalò la vittoria ai giallorossi. Dopo 5 anni, 40 goal e 154 presenze, passò all’Inter nell’estate del 2008.

Da quel momento la sua carriera segnò una vera e propria caduta libera: in 4 anni tra Inter e Milan collezionò la miseria di 35 presenze con un solo goal. Ora l’ala brasiliana è già finita nel dimenticatoio del calcio minore, a soli 33 anni.

Fonte: goal.com