Sneijder non teme la Juventus e giura amore all’Inter

Wesley Sneijder lancia il guanto di sfida alla Juventus nella corsa Scudetto. Il fantasista dell’Inter non teme i bianconeri e inserisce i nerazzurri tra le principali candidate al titolo. Elogi anche per Stramaccioni e Cassano, con tanto di ammissione di fedeltà nei confronti del club di Moratti.

“Io non credo che la Juve sia più forte di noi o di altre squadre – ha detto in un’intervista alla ‘Gazzetta dello Sport’ – Sembrava che il Milan fosse a pezzi, ma il Milan ha sempre bravi giocatori. Ci siamo noi, c’è il Napoli, la Roma. Sarà dura per tutti riuscire a vincere il torneo. La Juve è campione ed è favorita, ma noi possiamo batterla”.

Sui rumors di mercato che per tutta l’estate lo volevano in procinto di partire, Wes risponde: “Ormai ci sono abituato. Io voglio restare, non ho mai, mai pensato di lasciare l’Inter. Mi piace la squadra, la città. Mi piace la società. E mi piace anche questo allenatore. America? Quello è un progetto per il futuro. Se mia moglie continuerà a fare l’attrice, magari in futuro per stare insieme dovrò fare una scelta e la Mls può essere un’idea. Ma adesso no”.

Già, Stramaccioni. Colui che rappresenta uno dei principali artefici del rilancio di Sneijder: “Parla tanto con me, di tutto. Mi fa sentire la fiducia e questo fa bene a qualsiasi giocatore”, ha evidenziato l’olandese. Che sulla sua vita privata sottolinea di essere cambiato: “Adesso non esco quasi più. A un certo punto chi mi criticava aveva anche un po’ ragione, perché farsi vedere tutte le sere al ristorante non è una bella idea. Infatti ora mangio a casa”.

Tra gli obiettivi ‘nascosti’ del fantasista, chissà che non ci siano l’Europa League e quello di diventare capitano dell’Inter: “Se la squadra è buona, perché non provare ad arrivare fino in fondo? Mi piacerebbe giocare la finale ad Amsterdam – ha detto l’Orange – Io con la fascia? Magari… Ma tanto Zanetti giocherà fino a sessant’anni, quindi sarebbero aspirazioni inutili”.

Infine, un giudizio sullo scambio Pazzini-Cassano: “Contento per loro: Giampaolo è un grande attaccante e un mio grande amico, ma la sua storia con l’Inter era finita, e si può dire lo stesso della storia di Antonio con il Milan. Così, felici tutti. Cassano è matto, ma è un grande giocatore. Ci darà una mano”.

Fonte: goal.com