Sirene francesi per Branca, piace a Psg e Monaco. Ieri incontro a Milano

L’edizione odierna di Tuttosport si sofferma ancora una volta sulla questione legata all’area tecnica dell’Inter. Stavolta, però, non si parla di nomi in entrata ma soprattutto di un nome in uscita, quello di Marco Branca. Stando a quanto scrive il quotidiano torinese, è “inevitabile che il direttore dell’area tecnica nerazzurra sia in discussione, al di là dei risultati – a volte buoni, altre discutibili – ottenuti in questi anni in fase di mercato. È quasi naturale che un nuovo proprietario voglia inserire nei ruoli chiave della società alcune figure a lui vicine. Branca però non sta rimendo fermo in attesa di conoscere il suo domani. Il dt, infatti, si sta guardando intorno e il suo nome è stato affiancato in queste ultime settimane a Monaco e il Psg”.

“Nel club del Principato – prosegue Tuttosport – esiste già una piccola colonia di ex nerazzurri, come il tecnico Claudio Ranieri e il dirigente Andrea Butti, ex team manager ai tempi di Mourinho e oggi direttore tecnico aggiunto della società monegasca. Ieri Butti era a Milano per accompagnare Eric Abidal in occasione del premio ‘Facchetti-Il bello del calcio’ e lì ha incontrato proprio Branca che nelle passate edizioni, anche quando erano stati premiati personaggi legati all’ambiente nerazzurro, si era raramente presentato. I due si sono salutati calorosamente e si sono anche appartati per qualche minuto. Un indizio sul futuro? Chissà, anche perché Branca sembra essere nelle mire anche del Psg, alla ricerca dallo scorso giugno di un nuovo responsabile dell’area sportiva dopo le dimissioni di Leonardo”.

E ancora: “Proprio il brasiliano è uno dei possibili candidati a prendere il posto di Branca in nerazzurro, anche se il management di Thohir sta vagliando diversi nomi per la gestione sportiva del club che sarà comunque condivisa, finché rimarrà in società, Massimo Moratti . Fra i papabili ci sono sempre i ds di Roma e Fiorentina, entrambi in scadenza di contratto a giugno, rispettivamente Walter Sabatini e Daniele Pradè” .

Fonte: tuttomercatoweb.com