Simeone come Mourinho, l’Inter lo sogna

SimeoneE’ l’uomo della serata, e probabilmente sarà l’uomo della stagione. Diego Pablo Simeone mercoledì sera al Vicente Calderon ha fatto un balzo nell’Olimpo degli allenatori europei: il suo Atletico Madrid ha entusiasmato al cospetto del Barcellona, eliminato dopo una grande prestazione, difensiva e offensiva.

Un’organizzazione tattica che ha colpito tutti, una cura di ogni particolare che ha permesso, e permette ai colchoneros di lottare alla pari con squadre con un budget nettamente superiore sia nella Liga che in Champions League.

Ed inevitabilmente il Cholo finisce al centro delle voci di mercato. Dalla Spagna già si moltiplicano le indiscrezioni: l’allenatore argentino interessa al Manchester United, al Manchester City, al Paris Saint Germain, al Monaco. E chiaramente all’Inter, che già da settimane lo rivorrebbe a Milano dopo il biennio da gicatore 1997-1999. Solo due anni, in cui però ha lasciato il segno.

Simeone all’Atletico sta vivendo un sogno e potrebbe aprire un ciclo irripetibile, ma rifondare l’Inter è una sfida difficile e stimolante, che potrebbe attirarlo.

Intanto, dopo la partita con i blaugrana, il Cholo si esprime così: “E’ una serata stupenda per noi e per il nostro pubblico. Sono felice, ci abbiamo messo tanto cuore. Abbiamo iniziato bene e pressato come volevo: aver segnato subito ci ha dato un’ulteriore carica. Non è il momento di pensare a cosa stiamo facendo, domenica abbiamo un’altra gara decisiva con il Getafe in campionato. Oggi abbiamo giocato con molta intelligenza, abbiamo interpretato molto bene le due fasi, anche grazie all’aiuto delle punte. E, non dimentichiamo, che oltre a Diego Costa stasera non era in campo un altro giocatore molto importante per noi come Arda Turan. Liga o Champions? Abbiamo ancora voglia di stupire, dobbiamo pensare però ad una gara per volta”.

Fonte: sportal.it