Si pesca in Premier: da Hernandez a Torres, sarà bomber “made in England”

Fernando TorresLe strategie di mercato dell’Inter sembrano ‘parlare’ inglese. E’ Oltremanica che i nerazzurri hanno messo gli occhi per trovare l’attaccante giusto da regalare a Mazzarri, pronto ad uscire da una rosa di 5 nomi di tutto rispetto.

Oltre a Erik Lamela e Fernando Torres, nomi ampiamente sul taccuino del ds Ausilio, il ‘Corriere dello Sport’ porta all’attenzione anche i nomi di Javier Hernandez, Alvaro Negredo e Roberto Soldado. Per tutti, c’è da capire quali margini di manovra esistono.

Il ‘Coco’ piace al neo tecnico del Tottenham Pochettino, che vorrebbe rilanciarlo e dunque la pista si complica: l’ex romanista seguirà un lavoro personalizzato in Argentina per ritrovare la forma dopo l’ecatombe di guai fisici che lo hanno condizionato in stagione, ma probabilmente per prenotare l’annata del riscatto a Londra.

L’Inter nutre dubbi su Torres, considerato in fase calante della carriera e dunque indietro rispetto agli altri papabili. Ma a favore del ‘Nino’ c’è un Chelsea pronto a cederlo in prestito e pagargli parte dell’ingaggio da 6,5 milioni e fissare un riscatto a 10-12.

Capitolo Hernandez: il ‘Chicharito’ è stato impiegato col contagocce dal Manchester United, ma l’arrivo in panchina di Van Gaal potrebbe cambiargli la vita in quel di Old Trafford. Tutto dipenderà dalle valutazioni del tecnico olandese, ma qualora dovesse partire non accadrebbe per meno di 15 milioni.

Infine le soluzioni Negredo e Soldado, entrambi spagnoli ed entrambi desiderosi di lasciare la Premier. Il primo ha perso il posto in favore di Dzeko e non è più titolare del Manchester City, il secondo ha stentato col Tottenham e l’Italia sarebbe più congeniale alle sue caratteristiche.

Tra nomi e suggestioni, nel frattempo l’Inter va a caccia di ulteriori risorse da poter sfruttare sul mercato. Secondo la ‘Gazzetta dello Sport’, Erick Thohir lunedì inizierà un tour tra Londra, Singapore, Hong Kong e Giacarta per convincere nuovi fondi a sposare il progetto nerazzurro e ottenere nuovi liquidi.

In attesa del 5 giugno, quando il pool coordinato da Goldman Sachs garantirà 210 milioni che verranno usati per le garanzie di Moratti e coprire i debiti con le banche, il patron indonesiano intende far fruttare 30-40 milioni dal suo giro tra Europa e Asia che verrebbe poi reinvestito su giocatori. Entro un mese, la situazione dovrebbe risultare più chiara.

Fonte: goal.com