Si ferma a 12 la striscia Juventus: vittorie consecutive, Inter a 17

Tutto quello che ha un inizio, ha anche una fine. Pepito Rossi e la Fiorentina, Antonio Candeva e la Lazio. Due giocatori, due squadre, due città diverse. Si era aperta dopo la tripletta subita a Firenze, la striscia di vittorie consecutive della Juventus, si è chiusa quest’oggi con il pareggio all’Olimpico, contro la Lazio.

1-1 a Roma contro la squadra di Reja, una Lazio rinata dopo l’addio di Petkovic. Ma questa è un’altra storia. Juventus fermata dopo ben dodici vittorie consecutive in Serie A.

Genoa, Catania, Parma, Napoli, Livorno, Bologna, Udinese, Sassuolo, Atalanta, Roma, Cagliari e Sampdoria. Tutte messe sotto negli ultimi mesi, tra goleade e pochissime sofferenze.
1-1 all’Olimpico tra Lazio e Juventus, Llorente ha risposto al goal di Candreva su rigore: in Italia Madama è la seconda per vittorie consecutive. In Europa primeggia il Benfica.

In dieci per quasi tutta la gara (Buffon espulso, Candreva dal dischetto, poi il pari di Llorente nella ripresa) la Juventus è riuscita a strappare il pareggio, ma non a raggiungere quota 13 successi consecutivi. Niente impresa per gli uomini di Conte, che vedono la leggendaria striscia fermarsi all’Olimpico.

La Juventus è la seconda squadra di sempre della Serie A nella speciale classifica delle vittorie consecutive: rimane irragiungibile per ora la prima assoluta, l’Inter di Roberto Mancini stagione 2006/2007. Proprio nell’annata in cui i bianconeri si trovavano nella cadetteria causa Calciopoli.

Primatista assoluta d’Europa è inveve il Benfica, capace di inanellare 29 vittorie tra il 1971 e il 1973, una in più rispetto alla Dinamo Zagabria del 2006. Nel podio europeo il Celtic, 25 successi nel campionato scozzese 2003/2004.

La Juventus rimane prima in campionato, favorita per lo Scudetto. Per ora si fermano i record. A Conte poco importa, lui l’ha sempre evidenziato di volta in volta: “Ok le vittorie, ma ciò che conta è il traguardo finale”. Quello a cui punta Madama, orgogliosa contro una grande Lazio.

Fonte: goal.com