In una sera tutto è cambiato. Il gol segnato in Coppa Italia ha ridato fiducia a Stefano Sensi, e l’infortunio di Correa ha contribuito alla sua decisione: niente Sampdoria, rimane all’Inter. Questo è quanto scrive il Corriere dello Sport: “Indietro tutta, Stefano Sensi resta dov’è. Un gol ritrovato dopo due anni e mezzo, il sincronismo tra l’esultanza di Coppa Italia e l’improvviso infortunio di Correa che ha allertato subito la società: insomma, una notte di riflessione con la logica conseguenza di dover rivedere i piani di mercato”.

“Sensi sarà ancora utile all’Inter, anzi utilissimo proprio perché il reparto nel prossimo mese – cruciale, per la stagione nerazzurra – si accorcerà di nuovo. Correa rischia un mese di stop: gli esami strumentali dell’argentino (uscito dal campo dopo tre minuti, e in lacrime, per un problema al flessore della coscia mercoledì) sono fissati per oggi, ma all’orizzonte spunta un nuovo forfait medio-lungo. Il derby, la trasferta di Napoli e la sfida di San Siro con il Liverpool in un febbraio da bollino rosso, impongono all’Inter di non sbagliare una mossa. Inserendo un Sensi ritrovato nell’ingranaggio: il gol in Coppa Italia è il suo punto di ripartenza. Il resto l’hanno fatto le valutazioni notturne della dirigenza interista”.

“Sensi allora resta a Milano, pedina trasversale nel 3-5-2 del tecnico nerazzurro. Che già lo aveva proposto tra le linee alla prima di campionato, quando l’Inter strapazzava il Genoa. Esperimento riuscito, anche quella volta era stato – indirettamente – Correa ad aprire un varco per l’impiego di Sensi”.

FONTEfcinter1908.it