Se Mazzarri non convince di certo le alternative non sono esaltanti

MazzarriNonostante le rassicurazioni di presidente e dirigenti la panchina di Walter Mazzarri sembra in bilico dopo il pareggio “assurdo” della sua Inter in quel di Livorno. Il tecnico ha raccolto due punti nelle ultime tre gare di cui due giocate in casa e nessuna delle quali contro avversari imbattibili. Oltre al rendimento, soprattutto tifosi ed opinionisti vicini alle cose di casa Inter, al mister toscano vengono rimproverate alcuni scelte di formazioni oltre all’accantonamento perenne di alcuni elementi, Kovacic su tutti, forse un po troppo esaltato il croato a dispetto di quanto dimostrato sin ora. Ammesso e non concesso che ci siano dubbi sulla conferma dell’allenatore, in caso di cambio, l’ennesimo degli ultimi tre anni, i nomi emersi nelle ultime ore non portano certo all’esaltazione. Mihajlović è certamente un uomo dal cuore nerazzurro ma ha già avuto la possibilità di confrontarsi con un ambiente di livello alto con la Fiorentina ed ha fallito, De Boer sarebbe un salto nel vuoto visto che all’Ajax sta alternando cose buone ad altre meno positive oltre al contesto poco giudicabile in cui sta lavorando, le altre alternative, Spalletti, Laudrup hanno tutte più contro che pro. Insomma alla fine conviene davvero all’Inter non proseguire con Mazzarri? Dopo tutti i cambi in panchina si è certi che il problema sia ancora l’allenatore?

Fonte: europacalcio.it