Scocca l’ora di Biabiany: titolare contro il Palermo?

Jonathan Biabiany sta scalando posizioni in cima alle gerarchie di Roberto Mancini. D’altrone veloce lo è, anche tanto. Il francese comincia a diventare un’arma preziosa nello scacchiere dell’ex alleanatore del Manchester City. Soprattutto per le sue qualità tattiche e tecniche, rare nella rosa nerazzurra.

L’ex ala del Parma è senza dubbio l’unico vero esterno destro a disposizione di Mancini. Perisic ha sempre giocato sulla fascia sinistra, così come Ljajic. Jovetic ama agire centralmente e Palacio svariare su tutto il fronte d’attacco, essendo più un centravanti.

Il tutto è confermato anche dal posizionamento di Brozovic nella partita contro la Juventus. Messo proprio esterno destro, quando invece il croato è un puro centrocampista centrale. Così come Guarin, che comunque potrebbe essere impiegato in quella zona di campo in caso di necessità.

Ecco quindi che l’unico vero di ruolo è proprio Biabiany. Il francese sta ritrovando la condizione migliore, anche se il processo per il pieno recupero dopo il problema al cuore deve evolversi lentamente. Lui sta comunque bruciando le tappe.

Come riprota ‘La Gazzetta dello Sport’, per lui non ci sarebbe migliore chance di quella contro il Palermo. L’ex Parma quando vede i rosanero sorride ancor di più. Il suo bilancio è particolarmente positivo al punto che i siciliani sono la squadra a cui ha segnato più volte: 3 gol in 6 incroci.

Punta a riprendersi una maglia da titolare anche Geoffrey Kondogbia, che come Biabiany ha giocato e ben impressionato nel Trofeo Berlusconi, trovando anche il goal. Il 4-2-3-1 è il modulo che lo esalterebbe di più e Mancini gli farà spazio. Felipe Melo e Medel sono avvertiti, c’è troppo poco spazio per tutti e tre.