Scatta l’allarme: senza Europa necessarie alcune cessioni

Sembrava essere arrivata la svolta definitiva nella stagione dell’Inter, ma la sconfitta casalinga subita contro la Fiorentina rimette tutto in discussione. A partire dalla classifica, che vede i nerazzurri distanti ben sette lunghezze della zona Europa: un traguardo che diventa necessario per far fronte alle spese.

Come si legge sulle pagine di ‘Tuttosport’, il patron Erick Thohir ha investito molto nella squadra durante il mercato di gennaio. L’operazione ‘Inter Bond’, un’emissione di un’obbligazione da 280 milioni che dovrebbe estinguere il debito nei confronti di Goldman Sachs, deve necessariamente trovare il supporto dei risultati sul campo.

Non partecipare alle coppe europee significherebbe molto per una società che sta mettendo mano al portafogli, come confermato dallo stesso direttore generale Fassone: “I vari prestiti di giocatori diventeranno obblighi di riscatto. A quel punto o siamo stati molto bravi a far crescere i ricavi della società, o si è raggiunta la qualificazione alla Champions che porta risorse importanti oppure sarebbe inevitabile fare ricorso a qualche cessione”.

L’Europa League ha portato quest’anno incassi per circa 3 milioni, ai quali fanno aggiunti i proventi da botteghino e market pool. La vetrina europea porta inoltre nuovi sponsor: un fattore indispensabile per il fatturato nerazzurro.

D’altronde le spese sono tante, a partire da un allenatore che percepisce 4,5 milioni di euro: un vero e proprio lusso per una squadra senza coppe europee. Attualmente Mancini e Mazzarri pesano ben 30 milioni sul bilancio nerazzurro. Se non dovesse essere centrato l’obiettivo Europa League la dirigenza sarà costretta ad intervenire sul mercato in uscita: tra i candidati alla partenza ci sono Mauro Icardi, Samir Handanovic, Guarin, Kovacic e uno tra Ranocchia e Juan Jesus.

Anche alcuni contratti in scadenza potrebbero non essere rinnovati, mentre Podolski verrà lasciato andare, come pure Vidic. L’Inter spera in una rimonta nelle settimane finali di campionato, mentre un trionfo nell’attuale Europa League regalerebbe l’accesso diretto alla Champions League.

FONTEgoal.com