Davide Santon: “Tifosi, credete in noi”

Nel corso di un’intervista che i tifosi interisti potranno leggere sul match programme in occasione del derby di questa sera, il terzino nerazzurro Davide Santon analizza varie tematiche, tra passato, presente e futuro.

INIZIO E RITORNO – “Sono contento di essere tornato, anche per i tifosi. Questo è uno stimolo in più. Sono cresciuto? Certo, ed è giusto così. L’aspettativa dei tifosi non deve essere né un freno né un limite. Sono arrivato a Milano a 14 anni, ho fatto 6 anni in nerazzurro tra ‘Interello’ e qui. Il mio ricordo è fantastico. Credo sia più facile essere qui oggi, e lo è per tante ragioni. Una di queste è quello che rappresenta l’Inter nella mia vita. Voglio trasmettere a questi colori la voglia di vincere”.

NEWCASTLE – “La Premier League è stata una grande opportunità, perché sono cresciuto anche come ragazzo, ho costruito una famiglia con la mia compagna e la mia piccolina. Sono tornato con le spalle più larghe”.

DERBY – “Ho ricordo solo belli, e non parliamo di scaramanzia perché si tratta del passato. Ne ricordo uno in particolare giocato con gli Allievi Nazionali, in cui segnai una doppietta. Lo ricorderò al mio amico Mattia Destro. Lui è un amico”.

FUTURO – “Perché i tifosi devono credere in questa squadra? Da quando sono andato via la squadra è cambiata tantissimo, ma un gruppo giovane può solo crescere. Una squadra che vuole diventare grande e che ha un tecnico capace di plasmare il futuro dei propri ragazzi. Ecco, io credo che i tifosi dell’Inter debbano vedere questo in noi. Un progetto che si concretizzerà”.

FONTEfcinternews.it