Samuel ai saluti: “Un altro anno all’Inter? Non credo”

Samuel
Walter Samuel

Insieme a Zanetti saluta anche il roccioso Samuel: “Un altro anno all’Inter? Non credo”. E Cambiasso ammette: “Nessuno mi ha offerto il rinnovo”.

L’Inter chiude un’era. Da ieri sera, per i nerazzurri, nulla sarà come prima. La partita contro la Lazio, infatti, oltre ad essere stata il passo d’addio del capitano Zanetti, ha rappresentato l’ultima recita anche per i variSamuelMilito  e (forse) Cambiasso. Lo zoccolo duro del Triplete insomma è ai saluti. Difficile, se non impossibile, dimenticare ciò che è stato.

Per i tifosi, certo. Ma anche per i giocatori che, proprio ieri sera, hanno voluto rendere omaggio agli ultras, recandosi nel Baretto della Curva Nord per i saluti finali. Tanti i cori e gli striscioni per il capitano, ovviamente: “Rimarrai sempre con noi, grazie di tutto”. Striscioni, però, anche per Samuel e Milito: “Esempio di un calcio che non esiste più, Walter Samuel onore dei colori neroblu”“Resteremo sempre ubriachi per i tuoi goal, Diego Milito rimarrai nel cuore della Nord”.

Soprattutto cori, invece, per Cambiasso, accolto al grido di: “Resta a Milano, Cambiasso resta a Milano”. Il centrocampista, dal canto suo, ha però preferito non sbilanciarsi troppo sul futuro, ammettendo: “Non so quello che accadrà. La voglia è quella di continuare, l’unica cosa che posso dire è che quando hai l’Inter nel cuore i soldi non contano. Scelsi così anche dieci anni fa, ma finora nessuno eccetto voi mi ha parlato di rinnovo”.

Sicuro, invece, Walter Samuel: “Grazie a tutti. Sono stato nove anni bellissimi, anche nella sofferenza ci avete sempre accompagnato. Sono orgoglioso di questi nove anni, vi ringrazio adesso che so che andrò via. Un altro anno con l’Inter? No, non credo”. Il domani, adesso, potrebbe colorarsi di viola Fiorentina.

Parole al miele per i tifosi infine da parte del bomber Milito: “Non ho parole. Voglio dirvi grazie per l’affetto che mi avete dato. Sono onorato di avere indossato questa maglia. Voi ora dovete sempre stare vicini a questa maglia e a questa squadra. Io ho lasciato il cuore e tutto quello che avevo per lei, e so che voi continuerete a fare lo stesso”.

Fonte: goal.com