Rottamazione esterni: l’unico sicuro è Santon

C’è aria di rottamazione tra gli esterni difensivi dell’Inter. Mancini e la società proprio in queste ore stanno valutando chi trattenere in questo settore nella prossima stagione. L’unico certo di restare è Santon già praticamente riscattato dai nerazzurri per quasi 4 milioni di euro. L’età, 24 anni, e la voglia di riemergere dopo l’esperienza nel Newcastle hanno giocato un ruolo a suo favore. D’Ambrosio è invece sotto esame.

Mancini sta cercando di capire se in questo finale di stagione potranno esserci progressi tecnici ma nelle riflessioni del tecnico marchigiano c’è pure il senso del gol del laterale che in Europa League ne ha firmati tre.

E’ già finita invece l’avventura in nerazzurro di Jonathan, messo ko dai problemi fisici. Il suo contratto in scadenza e non verrà rinnovato soprattutto per questi motivi. Troppo rischioso. Anche l’ex Roma Dodò è in bilico. Dopo essersi operato in settimana al ginocchio anticipando il termine della sua stagione, restano forti dubbi sui tempi di recupero del brasiliano. E chiaramente il lungo periodo di stop non accresce il suo valore di mercato: per questo è necessario effettuare una valutazione di ampio respiro per capire se è il caso di rimandare un’eventuale cessione. Il taglio più serio e quasi certo a questo punto è quello che riguarda Nagatomo, mai entrato nelle grazie di Mancini per alcune lacune mostrate dal giapponese in fase difensiva. Con il contratto in scadenza giugno 2016 le probabilità che sia sacrificato per far cassa al momento sono elevate.