L’Inter cade a Roma: Palacio tiene a galla i nerazzurri

L’inter cade all’Olimpico di Roma, la squadra di Zeman si aggiudica l’andata dei quarti di finale di Coppa Italia imponendosi per 2 a 1 sui ragazzi di mister Stramaccioni. 
Parte male l‘Inter, malissimo, la difesa a tre sembra non contenere in nessuno modo le scorribande giallorosse, Totti, Lamela e Destro mettono a ferro e fuoco la retroguardia nerazzurra che dopo 30 minuti deve capitolare gia due volte.
Al minuto 13 Florenzi, imbeccato da un perfetto traversone di Piris anticipa di testa Chivu e mette la palla alle spalle di Handanovic, bellissima la segnatura del giovane centrocampista italiano ma colpevole l’esperto difensore romeno dell‘Inter che parte in evidente ritardo.I nerazzurri cercano di reagire ma sono in bambola, il pressing della Roma e’ asfissiante e la squadra non riesce a salire.
Al minuto 33 arriva il raddoppio della Roma, dalla stessa fascia, ancora Piris vede il movimento di Destro che si inserisce tra Ranocchia e Chivu, palla al centro e la vendetta dell’ex attaccante nerazzurro è servita. 2 a 0  per la Roma. Il primo tempo prosegue con la squadra giallorossa padrona del campo e l’Inter in difficoltà.
Minuto 44: Cambiasso dalla tre quarti batte a sorpresa un calcio di punizione, Palacio bravissimo a partire in tempo si ritrova solo davanti a Stekelemburg, tocco al volo dell’attaccante argentino e palla in fondo al sacco. 2 ad 1 inaspettato ma che da morale agli uomini di Stramaccioni.

Il secondo tempo inizia con un cambio tattico, l’Inter schiera una difesa a 4 per contenere meglio gli inserimenti della Roma. I nerazzurri crescono e la Roma risente le fatiche del primo tempo, l’Inter crea diverse occasioni ma non finalizza e Zeman inizia a farsi sentire dalla panchina. Il risultato però non cambia e da ragione ai giallorossi che in virtù della gara di ritorno, partono con una rete di vantaggio. Un’ altra brutta notizia arriva dall’ammonizione di Guarin, che essendo diffidato sarà costretto a saltare il match di ritorno.