Robin Van Persie: tra sogno e realtà…

Gli ottavi di finale di Champions League hanno riservato alcune sorprese. L’ultima, in ordine di tempo, è stata la sconfitta ad Atene, per mano dell’Olympiakos del Manchester United. Il 2-0 finale, mostra come i Red Devils, in Champions ma anche in Premier, si siano involuti. La squadra più titolata d’Inghilterra infatti, dall’addio di Ferguson, ha subito un brusco e repentino calo che ha influenzato negativamente i risultati in tutte le competizioni.

E questa metamorfosi sfavorevole ha creato diversi malumori all’interno dello spogliatoio del club di Manchester. Un giocatore che di ciò non ha fatto mistero è sicuramente Robin Van Persie. Tra i più critici dopo la sconfitta in Grecia, il giocatore olandese ha (volutamente?) aperto interessanti scenari per il suo futuro, che non comprende più con certezza la permanenza in quel di Manchester. E di recente pare abbia cominciato a manifestarsi l’interesse anche dell’Inter per il giocatore originario di Rotterdam. Ragionando con il cuore in mano, il presidente Erick Thohir non ci penserebbe due volte a compiere quest’operazione, perché arrecherebbe all’Inter un considerevole vantaggio.

Infatti la squadra troverebbe il bomber di cui ha bisogno, dato che Van Persie è un giocatore in grado di segnare molti gol a stagione, come ha dimostrato la precedente edizione del campionato inglese in cui si è laureato capocannoniere con 26 reti. Ragionando invece con il portafoglio in mano, l’operazione è tutt’altro che semplice. Infatti, la società inglese ha fissato il prezzo: 25 milioni. Cifra astronomica per un club che ha ancora un pesante passivo per ciò che riguarda i conti. Senza contare che c’è anche l’agguerrita concorrenza di altri top club europei, fra i quali Real Madrid, Barcellona e lo stesso Arsenal, che vorrebbe volentieri indietro il giocatore olandese già allevato per otto lunghe stagioni. Il tutto senza contare che se l’Inter non si qualificasse in Europa, non sarebbe una piazza appetibile per un giocatore abituato ai grandi palcoscenici europei. Sarà quindi una pia illusione RVP in maglia nerazzurra?