Rivoluzione Inter: la svolta passa da Inter Channel!

Inter Channel
Inter Channel

Dare visibilità globale all’Inter. Questo è uno dei tanti compiti che Erick Thohir si è dato per valorizzare il marchio del club nerazzurro e per rilanciarlo: “Tutti devono vederci in tv. Per questo a fine luglio andremo a fare una nuova tournée negli Stati Uniti: giocare contro squadre come Real Madrid o Manchester United è una vetrina unica. Ho anche pensato di portare la squadra in Asia. Poi ho venduto le partite dell’Inter a un’emittente indonesiana (Indosair), che non è un mia tv. Tra due mesi partirà anche una nuova piattaforma digitale. Poi è chiaro che per triplicare i ricavi – e in proporzione anche il monte ingaggi – servono almeno due o tre anni“, ha detto in un’intervista in esclusiva rilasciata a Luca Taidelli della Gazzetta dello Sport.

NUOVA PIATTAFORMA DIGITALE – A proposito di tv, di digitale, di nuovi orizzonti, media e comunicazione il club di Corso Vittorio Emanuele ha commissionato ad una società di sondaggi un’inchiesta da sottoporre ai tifosi nerazzurri (il campione è selezionato tra gli abbonati allo stadio o tra i possessori della tessera del tifoso) per “migliorare alcuni servizi offerti“.

Chi compila il sondaggio si ritrova innanzitutto davanti a domande di carattere generale. Poi arrivano tutta una serie di questioni su InterChannel: “come vorresti che fosse”, “saresti disposto ad abbonarti dalla tv di casa”, “potresti pensare ad un abbonamento su portatili o tablet”, ecc ecc. Una volta compilato il questionario, fatti i dovuti ringraziamenti, spunta una scritta: “InterChannel sarà disponibile dalla prossima stagione anche sul digitale terrestre al costo di 12 euro al mese sottoscrivibile per il periodo da voi desiderato (almeno per tre mesi). Non sarà necessario abbonarsi ad alcuna piattaforma (Sky o Mediaset Premium) e basterà caricare la tessera del valore dell’abbonamento al canale tematico nerazzurro, senza dover pagare alcun altro pacchetto“.

Insomma, pare proprio che per abbonarsi al canale interista (che ha contenuti e programmi esclusivi, interviste ai protagonisti e spazi riservati ai tifosi) non servirà pagare altri pacchetti o essere necessariamente abbonati alla pay tv. Sembra quindi che la televisione di casa Inter sia pronta per una piccola rivoluzione. “Tutti devono vederci“, è il pensiero del presidente Thohir. La sua sarà un’Inter 2.0.

Fonte: ficnter1908.it