Rivoluzione Inter: in difesa via tutti, restano solo in tre. Svelati gli obiettivi di mercato…

L’ennesimo esame fallito definisce ancora meglio i contorni di quella che sarà la prossima stagione. Mancini si è confrontato con Ausilio e Fassone e per l’anno prossimo potrebbe essere necessaria una rivoluzione.

Dei tre portieri potrebbe restare solo Berni. Samir Handanovic e Pablo Carrizo sono in scadenza di contratto, il primo va ceduto se non dovesse accettare l’offerta di rinnovo, mentre al secondo è stato offerto un solo anno di contratto, ma senza le Coppe i suoi spazi potrebbero essere così ridotti da fargli scegliere altre destinazioni.

In difesa sono certi della riconferma solo Ranocchia, Santon e D’Ambrosio. In forse ci sono Dodo, Felipe e Andreolli, con quest’ultimo che potrebbe scegliere di andare via per giocare con continuità. Via Campanaro, Jonathan e probabilmente anche Nagatomo. Inoltre, si cercherà di vendere anche Juan Jesus.

A centrocampo le certezze sono Brozovic e Medel. Guarin è diventato un punto fermo del tecnico pesino, ma potrebbe servire per fare cassa. Kovacic potrebbe anche rimanere, mentre si attende un’offerta per il “profeta” Hernanes.
Anche in attacco pochissime conferme: forse solo quella di Shaqiri. Icardi è il calciatore su cui rifondare questa squadra, ma se dovesse arrivare la proposta indecente, l’Inter non potrà fare a meno di valutarla.

Numerosi e appetitosi i vari obiettivi di mercato inseguiti dai dirigenti nerazzurri per rinforzare una rosa che ha dimostrato debolezze in più zone del campo: Yaya Touré, Toulalan, Mandando, Gignac, Damian, Perin, Lavezzi, Babacar, Milner e Sportiello. Ma prima l’Inter deve correre per riguadagnarsi l’Europa.

FONTEfcinter1908.it