Rientrano i nazionali: Brozovic in vantaggio su Banega

Marcelo Brozovic per primo. Poi Ever Banega. Ma solo perché il primo ha giocato con la sua Croazia contro l’Irlanda del Nord e il viaggio di ritorno alla Pientina è di gran lunga più corto rispetto a quello del secondo, impegnato invece con l’Argentina contro la Colombia. Tempistiche del rientro a parte, il ballottaggio in casa Inter verso il derby è ancora apertissimo: fondamentalmente l’unico vero dubbio di Pioli verso l’esordio contro il Milan. Il resto sembra tutto fatto.
Jovetic e Perisic sono rientrati lunedì. Ieri è stata la volta di Joao Mario, oggi tocca a Brozovic, Candreva ed Eder. Domani infine Medel, Miranda, Murillo e Banega. I sudamericani per ultimi per chiudere il cerchio. Insomma, da giovedì a ranghi completi verso il derby di domenica sera: dopo una settimana e mezza dal suo insediamento, Stefano Pioli avrà così modo per la prima volta di lavorare con il gruppo e verificare sul campo la bontà delle “decisioni” sinora prese a tavolino o quasi. Quali? Innanzitutto sul modulo: due ipotesi in gioco, il 4-2-3-1 e il 4-3-3, varianti numerico-tattiche che il realtà vedono entrambe un unico vero ballottaggio. Quallo appunto sopracitato.

Davanti ad Handanovic, difesa con Ansaldi e Santon esterni e Miranda centrale con Murillo. In attacco Icardi – va da sè – e alle sue spalle (in caso di 4-2-3-1) Candreva e Perisic larghi con Banega o Brozovic alle spalle di Maurito. A protezione della linea difensiva Joao Mario e il rientrante Medel. In caso di 4-3-3 favorito a centrocampo Brozovic su Banega.

Insomma, varianti numerico-tattiche secondarie rispetto all’atteggiamento mentale su cui Pioli sta spingendo forte. Attitudine fondamentale, non solo per un derby.

FONTEsportmediaset.mediaset.it