Ricorso Perisic-Icardi, l’Inter vede attenuanti

Il Derby d’Italia fra Juventus e Inter andato in scena domenica sera è stato molto acceso e, come spesso è capitato in passato, carico di polemiche relative alla direzione arbitrale. Sono stati soprattutto alcuni episodi nel finale di gara ad aver fatto esplodere le proteste interiste e le polemiche sono poi divampate ancora più furenti quest’oggi, dopo l’emissione delle sanzioni del giudice sportivo nei confronti di Ivan Perisic e Mauro Icardi.

Per il calciatore croato la squalifica era attesa vista l’espulsione rimediata per proteste al 94′, anche se due giornate sono ritenute eccessive dal club nerazzurro, mentre lo stop per due giornate inflitto anche all’attaccante argentino ha fatto andare su tutte le furie la società milanese che ha già annunciato di voler presentare ricorso per entrambi i suoi giocatori. L’Inter ha avuto molto da ridire sulla gestione della gara dell’arbitro Rizzoli e su un arbitraggio ritenuto inflessibile oltremodo nei confronti dei calciatori nerazzurri e più morbido per quelli bianconeri. Perisic si è visto sventolare il rosso davanti al naso a seguito di proteste dopo un ‘fallo di confusione’ fischiato in area juventina.

Secondo il referto di Rizzoli, Perisic avrebbe “ripetutamente proferito espressioni gravemente irriguardose” nei suoi confronti. Perisic tra l’altro era già molto arrabbiato per un episodio accaduto qualche minuto prima, quando gli è stato fischiato contro un fallo in attacco ai danni di Chiellini che, però, nell’occasione è, stando alle immagini televisive, è sembrato simulare il fallo. Parole non certo dolci all’indirizzo del direttore di gara, i filmati del match sembrano chiari, non sono mancate nemmeno nelle proteste proferite da Pjanic dopo un’ammonizione ai suoi danni e da Higuain dopo essersi visto fischiare un fallo contro; in questi due casi, però, Rizzoli non ha rilevato la gravità evidenziata invece nel caso di Perisic.

Ma ciò che ha mandato i nerazzurri maggiormente su tutte le furie è la squalifica inflitta a Icardi, per aver proferito ai danni dell’addizionale di porta, l’arbitro Orsato, “un’espressione ingiuriosa accompagnata da gesti, nonché per avere calciato il pallone in direzione del direttore di gara, senza colpirlo”.

Icardi era nervosissimo per come stavano andando le cose nel finale di partita, con oltrettutto l’espulsione di Perisic di un minuto prima che era stata mal digerita da tutta la squadra. In quell’ultimo minuto di gioco l’Inter ha guadagnato un fallo laterale in attacco che però Rizzoli non ha lasciato battere, fischiando la fine del match. Icardi ha così calciato il pallone verso il centro del campo, di fatto sfiorando Rizzoli, che ha subito chiesto ai collaboratori chi avesse calciato la palla. Icardi nel mentre stava già parlando animatamente con Orsato, al quale sembrerebbe aver rifilato un ‘vaffa’ che l’arbitro ha minacciato, come poi avvenuto, di far annotare a referto.

FONTEgoal.com