Riconoscimento importante a livello europeo per l’Inter

Come riportato dall’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport’, ieri, allo stadio Emirates di Londra, si è svolto un congresso dell’Eca (ex G14), dove l’Inter, assieme ad Ajax e Dinamo Zagabria, è stata premiata per l’importante lavoro svolto a livello di settore giovanile.
Un settore sul quale il presidente dei nerazzurri, Massimo Moratti, ha investito annualmente qualcosa come 6 milioni di euro. Il resto lo hanno fatto la passione e la competenza degli addetti ai lavori. Dall’attuale consigliere Ernesto Paolillo (a fine mese il suo rapporto lavorativo con l’Inter terminerà) a Beppe Baresi, passando per Roberto Samaden, direttore del settore giovanile in questione.
Il tutto è basato su un importante lavoro di scouting che verte su 22 osservatori guidati da Giuseppe Giavardi per quel che riguarda la sfera nazionale, mentre il lavoro di monitoraggio all’estero è opera di Pierluigi Casiraghi, omonimo dell’ex attaccante di Lazio e Chelsea.
In tutta Italia sono ben 54 le squadre affiliate, mentre 7 sono i centri di formazione in cui vengono cresciuti ragazzi che, si spera, un giorno potranno fare le fortune dell’Inter. Importantissimo anche il centro “Giacinto Facchetti”, che si estende su ben 30.000 metri quadri di superficie, con tutto il necessario per ospitare i ragazzi che vengono da fuori.
I risultati sono sotto gli occhi di tutti, sia a livello di mercato (vedi Balotelli, Santon e via dicendo) sia dal punto di vista dei risultati prettamente sportivi, come la Next Gen Series conquistata la scorsa stagione sotto la guida di Stramaccioni.

Fonte: goal.com