Retroscena: Branca aveva preso Iturbe a 4 milioni l’estate scorsa

Stasera saranno avversari al Bentegodi ma sarebbero potuti benissimo stare dalla stessa parte, l’Inter e Juan Manuel Iturbe l’estate scorsa sono stati davvero ad un passo dal congiungersi, solo il cambio di proprietà in corso, da Massimo Moratti ad Erick Thohir, e le poche risorse economiche a disposizione degli uomini mercato nerazzurri, che dovettero investire i pochi soldi a disposizione su altri giocatori, per volontà del tecnico WalterMazzarri, non fecero si che il paraguaiano naturalizzato argentino sbarcasse a Milano. L’allora direttore tecnico Marco Branca aveva trovato l’accordo col Porto, sfruttando la solita corsia preferenziale che l’ex DT aveva col figlio del presidente dei lusitani, per acquistare il cartellino del Messi di Guaranì a soli 4 milioni di euro, l’affare non andò a buon fine poi perché l’Inter dovette scegliere su chi investire gli unici 5 milioni circa a disposizione per fare il mercato, soldi incassati dalle cessioni di Donati e Cadirola, e Mazzarri mise in cima alla lista delle necessità un centrocampista. Branca a quel punto fu costretto ad abbandonare la pista Iturbe, l’ipotesi prestito non sarebbe stata contemplabile per un club della portata dell’Inter a differenza del Verona, per accontentare le richieste del tecnico toscano ed andare suTaider, preso dal Bologna, in comproprietà, per una cifra più o meno simile a quella richiesta dai portoghesi per l’attuale numero 15 di Mandorlini.

Fonte: europacalcio.it