Repubblica – Inter, Ranocchia e Guarin in vendita. L’errore di Mancini però è stato…

Quali saranno le prossime mosse dell’Inter sul mercato? Andrea Sorrentino ha provato a fare il quadro della situazione, fra obiettivi, speranze e parametri da rispettare: “Per rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario imposti da Michel Platini, si deve chiudere il mercato invernale con un attivo intorno ai 7 milioni. Ranocchia e Guarin sono in vendita e si attendono offerte. Ma la novità è che Mancini, come Cesare Polacco un milione di anni fa, ha ammesso di aver commesso un errore: l’ingaggio di Felipe Melo, da lui imposto in estate, è un po’ come non aver usato la brillantina Linetti. Felipe non ha dato i risultati che il Mancio sperava. Non tanto per le varie intemperanze, culminate con le follie di Inter-Lazio, che gli hanno alienato l’appoggio dei compagni, quanto proprio sul piano del gioco. Mancini si aspettava di più da Melo sul piano del palleggio, della manovra, dell’ordine in campo. Non ricevendo tutto ciò, anche per questo l’ha escluso in partite fondamentali come quelle contro Roma e Napoli.

E per questo Mancini chiede al suo posto Lass Diarra del Marsiglia (l’altro suo sogno, ma per l’attacco, è Eder), più continuo, più tecnico del brasiliano, più affidabile. Solo che per ora, solito problema, non sono arrivate richieste per Felipe Melo. Il quale, per sua parte, vuole rimanere agganciatissimo al treno interista: in estate ha accettato di guadagnare un terzo di quanto avrebbe preso al Galatasaray, pur di tornare in Italia. E ora non vuole certo mollare”.