Recoba: “Gioco un altro anno poi basta. Il calcio italiano…”

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, per parlare della gara tra Italia e Uruguay, l’ex nerazzurro, Alvaro Recoba, ha parlato anche del suo futuro e dei problemi del calcio italiano:

Recoba, andrà avanti a giocare nel Nacional?
«Ancora un anno penso, poi stop».
Che effetto le fa un campionato italiano così povero di talenti?
«Non ci sono i soldi di una volta, e i fuoriclasse costano. Quelli affermati però. A calcio giocano parecchie centinaia di milioni di ragazzi, alcuni dei quali potenziali fenomeni che rischiano di non essere mai scoperti. E allora i club italiani devono solo cambiare mentalità, struttura: investano forte sullo scouting, e tutto sarà possibile, anche mandare sportivamente gambe all’aria le ricchissime corazzate del momento. Il Mondiale brasiliano sta insegnando questo: c’è tanto materiale umano sconosciuto in giro per il pianeta calcio».

Fonte: fcinter1908.it