Ranocchia: “I derby non si giocano, vanno vinti”

Nei momenti di difficoltà tocca proprio al capitano caricare la squadra. Così Andrea Ranocchia sprona l’Inter in vista della sfida con il Milan: “I derby non vanno giocati, vanno vinti. E quello in casa è un’emozione per tutti. Dobbiamo regalare una gioia ai nostri tifosi”. Il difensore nerazzurro vuole rimaner a lungo nel club di Thohir: “Rinnovo? Mi dovrete sopportare ancora tanto. La fascia la voglio tenere stretta ancora per tanti anni”.

Ranocchia ha avuto un buon maestro, Javier Zanetti: “Le critiche fanno parte del mio lavoro, quando le cose non vanno bene ci sta che il capitano sia messo alla prova. Il Derby è una partita speciale per tutti, so cosa vuol dire visto che sono tanti anni che sono qui. Zanetti e tutti gli altri campioni con cui ho giocato in passato, mi hanno trasmesso le emozioni giuste. Mi ha lasciato una bella eredità, ho imparato molto da lui. Il primo anno da capitano non può essere facile, ma da quel punto di vista sono cresciuto molto. Faremo di tutto per far tornare l’Inter dove merita”.

La punizione di Mancini dopo il pari col Parma? “Nell’arco dell’anno a volte servono il bastone e la carota, dopo il Parma ci ha giustamente fatto allenare a Pasqua e ci siamo preparati per Verona nel modo migliore. Abbiamo tirato fuori le palle in una partita difficile considerando le precedenti. Il mister è stato bravo e dobbiamo continuare”.

Si attende la svolta per la prossima stagione: “Spero che la classifica a fine anno dica altro, lo sanno mister e società quello che serve per tornare a vincere. Ma sono convinto che lavorando dall’inizio del ritiro il mister farà di tutto per riportare la squadra dove merita”.

FONTEsportmediaset.mediaset.it