Raiola-Inter, a volte ritornano: niente Balotelli nel menù, proposti 3 giocatori

Sapessi quant’è strano vedere Mino Raiola… ad Appiano Gentile. Proprio lui, il procuratore dei procuratori che torna faccia a faccia con l’Inter. E dire che dai tempi dell’addio di Zlatan Ibrahimovic e Maxwell era stato deciso di interrompere ogni collaborazione con Mino, tanto che a corredo fu ceduto anche Mario Balotelli con il dimenticabile brasiliano Kerlon a completare l’opera.

Ma nella giornata di ieri, Raiola è tornato a vedere il ds nerazzurro Piero Ausilio. Un confronto in amicizia, che chiaramente è stato finalizzato alla proposta di diversi profili legati a Mino che l’Inter sta valutando. Perché il talento tra le mani di Raiola non manca, dopo l’addio di Branca c’è stata una schiarita e allora attenzione alle soluzioni offerte dall’agente.

Subito bando alle fantasie: il nome di Mario Balotelli non è trattato in questo momento dall’Inter. Certo, nel retroscena della vita privata di Balo c’è un mal di pancia enorme per come vanno le cose al Liverpool e una cessione probabile. Con Mario che tornerebbe volentieri in Italia e in nerazzurro, cosa che non ha mai nascosto agli amici che ancora oggi ha all’Inter.

Ma è una possibilità che ad oggi non interessa all’Inter, tanto che nelle battutine di ieri con Raiola si è scherzato senza accennare a questa possibilità. Insomma, il fattore Mancini ad oggi non porta automaticamente a questa fantasia di mercato. Balotelli spera nell’Italia, l’Inter per ora non pensa di riportarlo a casa.

Un prospetto molto interessante è invece Ricardo Kishna, classe ’95 di proprietà dell’Ajax che sta facendo vedere tutto il suo talento in Olanda. Lo assiste Raiola che non ha perso occasione per proporlo all’Inter: ancora troppo giovane per un investimento, la risposta nerazzurra. Perché l’Ajax lo valuta oltre i 10 milioni e Mancini pretende giocatori già pronti in attacco.

Voleva Dybala, pretenderà una seconda di livello come può essere Jovetic o Lamela (altra ipotesi complessa per via di Pochettino che vorrebbe tenerlo). Ma Kishna resta tra gli osservati speciali di Ausilio, che ne gradisce le qualità anche in ottica futuribile.

Raiola ha sottolineato anche il nome di Pajtim Kasami, già passato dall’Italia e diventato una certezza all’Olympiacos. Non una prima scelta per Ausilio che in mediana cerca giocatori a livello massimo, ancor più ora che il Manchester City fa muro per Yaya Touré.

Ma soprattutto ha proposto Sergio Romero, profilo gradito al Mancio come tipologia di portiere e col contratto in scadenza con la Sampdoria. Per il portiere argentino ci sono già tante proposte, l’Inter lo valuterebbe insieme a diversi altri nomi qualora dovesse andar via Handanovic.

Cosa non scontata perché Ausilio le sta provando tutte per il rinnovo pur sapendo quanto sia complesso. Insomma, Raiola offre la sua merce e l’Inter ascolta. Questa volta più che volentieri. Una novità, cinque anni dopo. Che apre la porta a tanti scenari da tenere d’occhio, a volte il mercato sa sorprendere…

FONTEgoal.com