Rabbia Zhang: terzo posto o sono guai. Presto un nuovo grosso sponsor

Arriva Zhang Jindong e mette tutti in riga: “Adesso che la squadra può concentrarsi su un solo obiettivo (più la Coppa Italia a gennaio) la conquista della qualificazione alla prossima Champions League è una priorità. Non saranno ammessi ulteriori alibi perché dopo la figuraccia in Europa League, il colosso di Nanchino non accetterà… altra pubblicità negativa e altri risultati non in linea con gli investimenti fatti”. Questo il messaggio che, secondo il Corriere dello Sport, il patron cinese recapiterà di persona alla squadra. Perché per Zhang l’uscita dall’Europa è una macchia più sul prestigio che sul piano economico. E allora l’obiettivo è chiaro: terzo posto.

“I risultati della stagione influiranno anche sugli equilibri futuri all’interno del club. Perché Suning nel 2016-17 si è affidato per le scelte importanti a Thohir (ha indicato De Boercome tecnico ideale dopo l’addio di Mancini), a Kia Joorabchian (ha sponsorizzato il suo assistito Joao Mario e “benedetto” l’affare Gabigol) e alla coppia Ausilio-Gardini(ascoltata sulla scelta di Pioli) – si legge -. Se l’epilogo dell’annata sarà negativo, a Nanchino profonde riflessioni sul modo di lavorare futuro saranno inevitabili. Anche perché Steven Zhang sta entrando in modo sempre più convinto nella vita del club, l’adJun Liu sorveglia ogni aspetto contabile e organizzativo, mentre nei prossimi mesi ci sarà la scelta del nuovo Ceo. Per il momento Suning spera che questa non sia una stagione da buttare già a fine novembre e vuole dare la scossa per stimolare la reazione della squadra, ma hanno ben chiaro in mente cosa deve fare per riportare l’Inter in alto. A breve porterà nuovi soldi nel bilancio (un grosso marchio asiatico è in trattativa avanzata per comparire sulla maglia da allenamento al posto di Pirelli o per sponsorizzare la Pinetina) e a giugno investirà ancora sul mercato. Nell’attesa, però, toccherà ai giocatori”.

FONTEfcinternews.it