Le probabili formazioni di Inter-Sampdoria

L’Inter resta in convalescenza e non può dirsi certamente guarita dopo l’1-0 risicato di Cesena. Ok le tante occasioni sciupate, ma in superiorità numerica e avanti di una rete, ci si aspettava molto di più dai nerazzurri. Al contrario, la Sampdoria resta imbattuta anche dopo aver fronteggiato la Roma, dimostrando una volta di più quanto sia matura la squadra di Mihajlovic. Un confronto equilibratissimo quello del Meazza, con gli ospiti che per la prima volta da almeno 23 anni arrivano da favoriti.

COME ARRIVA L’INTER – Un cambio di gerarchie che non può stare bene all’ambiente nerazzurro. I tifosi capiscono il riequilibrio dei conti e i tagli agli ingaggi, ma l’idea è che la squadra abbia fatto fin qui molto meno di quanto avesse potuto. Mazzarri, rispetto a Cesena, non recupera nessuno degli infortunati. Ancora out Osvaldo, D’Ambrosio, Nagatomo, Jonathan, M’Vila e Guarin. Si rivedrà Vidic al centro della difesa, presumibilmente con Ranocchia e Juan Jesus ai suoi fianchi. Difficile poi che il tecnico toscano rinunci a Medel, Hernanes e Guarin: Krhin e Kuzmanovic non sembrano adatti a giocare da titoalri un match così delicato. Scontato anche l’impiego di Dodò, Icardi e Palacio. L’unico dubbio riguarda la fascia destra: Obi o Mbaye?

COME ARRIVA LA SAMPDORIA – Mihajlovic va a San Siro senza Krsticic, Fornasier e Viviano, ma dovrebbe recuperare Silvestre. Anche il serbo non pare intenzionato a un massiccio turnover, nonostante in molti siano usciti esausti dal confronto con la Roma (Regini ed Eder su tutti): il giorno in più di risposo rispetto ai nerazzurri potrebbe pesare in positivo. Confermatissimo il 4-3-3, un sistema di gioco che poggia le sue certezze su Palombo e il tridente che ha in Okaka la sua punta di diamante. Scalpitano Bergessio, Mesbah e Rizzo.

Fonte: tuttomercatoweb.com