Principio di pubalgia per Icardi, sarà operato.

Icardi, arrivato in estate, non è mai riuscito a giocare con regolarità per colpa di un principio pubalgico. Ora la decisione drastica: verrà operato. Ma i tempi di recupero?

Ci risiamo. Come lo scorso anno, quando alla guida dell’Inter c’è’ Andrea Stramaccioni, la storia si ripete. L’Inter si ritrova con il solo Rodrigo Palacio in attacco. La convocazione del giovane romeno Puscas per la trasferta di Udine la dice lunga.

Milito sempre ko, Belfodil che deve pagare la seconda giornata di squalifica per il rosso contro il Verona ed ora anche il forfait (questa volta totale) di Mauro Icardi, che finora aveva tirato la carretta giocando solo per alcuni spezzone di partita. Mazzarri, come già detto nella nostra esclusiva lo stima, ma si è stufato di averlo a mezzo servizio.

Inutile le terapie contenitive per arrestare il principio di pubalgia: l’argentino verrà operato, per tranciare il problema alla radice. Non è ancora stata decisa una data anche se si parla di metterlo sotto i ferri entro la fine della prossima settimana e (come sempre quando si tratta di pubalgia) è difficile sbilanciarsi sui tempi di recupero.

Mazzarri, che fin quì ha sempre utilizzato il modulo ad una sola punta (con Alvarez o Kovacic dietro a Palacio) continuarà ad essere fedele alla linea, sia per volontà che per necessità. L’esperimento ‘due punte’ non partirà di certo a breve. Branca e Ausilio parleranno a breve con il tecnico per capire come (ma soprattutto) verso chi operare nella prossima finestra di mercato. L’attacco dell’Inter è sempre più spuntato, urgono rinforzi.

Fonte: goal.com