Presentato Mudingayi: “Giocare con Sneijder e Milito è una gioia, io correrò per loro”

E’ il giorno di Gaby Mudingayi. Il centrocampista belga, arrivato dal Bologna, è ora un giocatore dell’Inter e oggi ci sarà la sua presentazione ad Appiano Gentile.
Il giocatore indosserà  la maglia numero 16.

Mudingayi è arrivato in sala stampa

Fassone dà il benvenuto a Mudingayi: “Fortemente voluto dalla società e dall’allenatore. Rafforza il nostro centrocampo, porterà all’Inter tanta qualità“.

Mudingayi: “L’emozione è tanta. Non credevo più di arrivare in una società importante. Io darò l’anima, questo è quello che sento. Appena sono arrivato ho sentito che qui bisogna dare il massimo. Il mio impegno non mancherà mai“.

Mudingayi: “Mi metto a disposizione del mister e dove mi sarà chiesto di giocare darò il massimo. Mi sono allenato poco con il gruppo, il mister sta cercando di capire dove posso giocare meglio. Entrare nello spogliatoio dell’Inter è emozionante, anche a quest’età. Con tutta l’esperienza che c’è qui si può fare molto bene”.

Mudingayi: “A centrocampo mi piace dare quantità. Non mi dà fastidio avere soprannomi ‘duri’. All’Inter ci sono tanti giocatori di qualità. Deferimenti? Anche all’inizio ero tranquillissimo. Non ho niente da nascondere, non ho paura di niente. Io sono stato sentito soltanto, non ero indagato. Sono sempre stato sereno”.

Mudingayi: “Quando un giocatore viene in una squadra come l’Inter sa che c’è concorrenza e quindi bisogna lavorare. QUando si viene chiamati bisogna farsi trovare pronti e dare il meglio di sé“.

Mudingayi: “Appena ho saputo che ci poteva essere l’interesse dell’Inter ho detto subito al mio procuratore che volevo venire qui. Le altre squadre non sono state proprio prese in considerazione. Volevo assolutamente venire qui, conoscere i compagni, l’allenatore“.

Mudingayi: “Sono in Italia da quasi 10 anni. Ormai conosco bene il campionato italiano. Quello che so fare è dare il massimo e aiutare i compagni. Poter giocare con calciatori come Sneijder e Milito per me è una gioia immensa, quindi correrò per loro, mi metterò a disposizione“.

Mudingayi: “Sto lavorando tanto qui, sono pronto, anche mentalmente. Ho una grande voglia di giocare per questa squadra e di dimostrare qualcosa“.

-Mudingayi: “All’Inter ci sono stati sempre campioni, anche quando ero piccolo li guardavo. Anche adesso ci sono tanti campioni, come il Capitano. Lui corre molto (sorride, ndr) e io devo fare la stessa cosa. Ho ammirato Eto’o“.

Mudingayi: “Ramirez? Se c’è l’opportunità di venire all’Inter non ci deve nemmeno pensare! E’ un giocatore giovane, ha dimostrato di poter giocare in serie A, a grandi livelli“.

Mudingayi: “Sto lavorando con tutti, mi trovo bene con tutti, in allenamento e in partita. Cambiasso è un grandissimo giocatore con tanta esperienza. Da lui posso ancora imparare anche se ho 30 anni“.

-Mudingayi: “L’Inter è un punto di partenza. Voglio fare tante presenze e magari chiudere anche la carriera qui. Congo? Non ci torno da 20 anni, ma lì succedono sempre tante cose tristi. Non sono molto aggiornato però. Non ho idoli, ma mi sono ispirato a Makele“.

-Mudingayi: “Mi dispiacerebbe se andassero via J.Cesar, Maicon, ma io non so chi arriva, chi parte. Tutti qui mi hanno messo a mio agio. E’ un gruppo fantastico“.

-Mudingayi: “I ragazzi della primavera si impegnano molto, sono bravi...”.

Adesso Mudingayi raggiungerà i compagni a Malpensa, per andare a Glasgow.

Fonte: Fcinter1908.it