Premier in declino e Italia vicina al sorpasso ranking? Ci pensa l’UEFA con un posto inglese in più

Una stagione straordinaria. Parliamo della Serie A. Una stagione disastrosa. Parliamo della Premier League. In Europa il 2015/2016 ha segnato la riscossa dell’Italia calcistica e il declino dell’Inghilterra. I sudditi di sua maestà senza squadre nei quarti europei, zero di zero. L’Italia? Tre, portate anche in semifinale. Il ranking sorride, sorpasso nella prossima annata più vicino. Forse sì, forse no.

Sicuramente venerdì 8 maggio non ha certo aiutato. Dopo una tre giorni europea che all’Italia non ha sorriso come le precedenti settimane (vittoria Juventus ma anche pari Napoli e sconfitta Fiorentina), è giunto il giorno delle decisioni UEFA. Relative al fair play finanziario, con la punizione di Inter, Roma e di diverse altre squadre continentali. Ma non solo.

Sì perchè la UEFA ha anche comunicato la classifica del Respect Fair Play, basata su tutte le partite delle competizioni UEFA per club e per nazionali disputate dal 1° maggio 2014 al 30 aprile 2015. Si è parlato in maniera scandalosa del primo posto dell’Olanda nonostante la devastazione dei tifosi del Feyenoord a Roma, con tanto di Barcaccia pesantemente rovinata, ma il punteggio è più matematico e relativo a quanto accade durante la gara piuttosto che in centro città.

I delegati UEFA valutano in base a criteri come gioco leale, rispetto per gli avversari, rispetto per l’arbitro, comportamento dei tifosi e dei funzionari dei club, ammonizioni ed espulsioni. Ok, si parla anche di comportamento dei tifosi e l’Olanda non è stata certo perfetta, ma questo è un altro discorso su cui non vogliamo soffermarci in questa sede.

Il punto è un altro, ovvero il secondo posto dell’Inghilterra. Eredivisie, Premier League e campionato d’Irlanda, infatti, potranno avere uno slot in più nell’Europa League 2015/2016. Dunque, per quanto riguarda la Premier, otto posti totali e non sette. L’Italia – giunta veramente in basso nella classifica fair play – ne avrà sei, come nelle ultime annate.

Una mazzata, almeno sulla carta, per il desiderio italiano di riavere quattro squadre in Champions League grazie al sorpasso sulla Premier. Sì perchè con due squadre in più l’Inghilterra ha il coltello dalla parte del manico. Certo, nel 2014/2015 erano comunque sette le compagini, una in più della Serie A, e il trionfo è stato dell’Italia, ma la possibilità di avere un team nel primo turno eliminatorio di Europa League non è di poco conto. Anzi.

FONTEgoal.com