Podolski in cerca di riscatto con il Cesena: tedesco altruista ma…

Il match di questa sera contro il Cesena rappresenta un’occasione importante per la classifica e per la voglia di riscatto di alcuni elementi finora al di sotto delle aspettative.

E’ il caso ad esempio di Lukas Podolski, il cui futuro è tutto da decidere: “Nel 2015 è il secondo interista con più minuti nelle gambe senza aver segnato. Ha giocato 559 minuti e non ha mai segnato, solo Gary Medel – racconta la Gazzetta dello Sport – ha uno score peggiore (807 minuti), ma lo scopo del Pitbull è ben altro. I dati Opta raccontano di un Podolski decisamente generoso e altruista, ma profondamente sgonfio quando si tratta di concretizzare. Nel reparto assist e affini è secondo. Del gruppo di Mancini solo Xherdan Shaqiri ha creato più occasioni da rete (19 contro 11). Vuol dire che c’è, significa che il tedesco rema dalla stessa parte della squadra. Si sacrifica nella parte sinistra, la sua zona preferita. Nessun attaccante interista infatti ha recuperato più palloni (18). La volata di sacrificio la fa, gli manca l’altro lato della medaglia, quello più fosforescente per un giocatore del suo ruolo. Il gol tarda ad arrivare anche perché Podolski prende poco la porta. Infatti in campionato (8 presenze finora) ha individuato lo specchio della porta in sole 2 occasioni sui 12 tiri tentati. Troppo poco per sperare di entrare in un tabellino”.

FONTEfcinter1908.it