Platini dice “no” alla moviola in campo: “La tv distorce la realtà”

Platini
Michel Platini

Platini, presidente Uefa, ribadisce il proprio parere contrario all’uso della moviola in campo: “In tv un tocco leggero può essere letto come un rigore, perchè utilizzarla?”.

Le continue polemiche tra Italia ed estero, con protagonisti in negativo i direttori di gara, non fa cambiare idea a Michel Platini. Il presidente dell’Uefa conferma il proprio ‘no’ all’utilizzo della moviola in campo, stavolta motivando con argomentazioni forti il ‘perchè’.

Al quotidiano portoghese ‘Record’, l’ex fantasista della Juventus ha evidenziato: “Un tocco leggero può essere interpretato dalla tv come un rigore, la tv distorce la realtà. Perchè dovremmo utilizzarla? Per sapere se un calciatore e’ in fuorigioco? E chi lo stabilisce? Se decidiamo di premere il pulsante della tecnologia, non ci sarà ritorno, andremo fino alla fine”.

Platini rafforza il suo pensiero: “C’è una grande pressione e gli arbitri sono esseri umani. E poi il comportamento dei giocatori nei campionati nazionali e nelle competizioni internazionali non e’ lo stesso perche’ non c’è un passato che possa compromettere i rapporti”. Insomma, avanti senza moviola.

Fonte: goal.com