Pirlo-Inter, si può: tre i motivi dell’intesa

La Gazzetta dello Sport continua a sostenere la possibilità che l’Inter riporti a casa Andrea Pirlo. Secondo la rosea, il club nerazzurro starebbe valutando anche la possibilità del prestito. All’italiano, per convincerlo, verrebbe offerto un contratto di un anno e mezzo con bonus al raggiungimento della Champions League. Quella che Pirlo ha perso lo scorso anno con la maglia della Juventus. Senza contare che in Italia avrebbe tutte le possibilità di giocarsi una maglia per l’Europeo, che sarebbe anche l’ultimo della sua carriera.

Il quotidiano cita anche un’intervista concessa anni fa al quotidiano spagnolo ABC in cui rivelò il suo tifo nerazzurro: “Arrivai all’Inter molto giovane, nel 1998, avevo 19 anni ed era un periodo in cui nel mio ruolo c’erano giocatori del calibro di Baggio e Djorkaeff. Era dura. Da piccolo ero tifoso dell’Inter e a quel tempo Matthaeus ne era il leader. Mi ispiravo ai grandi 10 della A: Platini, Zola, Mancini”. Il ritorno all’Inter sarebbe l’occasione perfetta per riscattare gli inizi della sua carriera, quando in nerazzurro non riuscì pienamente a esprimersi.