Pioli ‘allontana’ Simeone: “I rumours mi hanno toccato ZERO!”. E su Messi…

L’allenatore dell’Inter Stefano Pioli ha concesso un’intervista ai microfoni di ‘Radio 1 Rai’. Calciomercato.it riporta le dichiarazioni del tecnico nerazzurro, all’indomani della vittoria sul Palermo, tra calciomercato Inter (“Le voci su Simeone mi hanno toccato zero. Il nostro obiettivo è cercare giocatori italiani e forti. Messi? Non dobbiamo prendere in giro i tifosi”) e campionato.

Inter, Pioli a Radio 1 Rai: “Simeone, Messi e Icardi…”

OBIETTIVO CHAMPIONS LEAGUE – “Stiamo vivendo un momento positivo, da qui a parlare d Champions ce ne passa. Pensiamo solo a dare il meglio in ogni partita”.

JUVE DA CALCIATORE, INTER DA ALLENATORE – “La Juventus era un società ben strutturata, consolidata nel tempo, con una proprietà molto forte ed un ambiente altamente professionale e abituato a vincere. All’Inter la proprietà è nuova e lontana, ma vicina nel lavoro quotidiano. Si stanno gettando le basi per il presente ed il futuro”.

IL “NORMALIZZATORE” – “Ci sono giocatori di talento e qualità assoluta e tutti hanno capito che bisogna sacrificarsi e lavorare insieme. Stiamo giocando un buon calcio ma si può ancora migliorare nella circolazione di palla e nell’imprevedibilità nell’area avversaria”.

BILANCIO – “I voti li lascio a voi che siete molto più bravi, noi abbiamo iniziato un percorso che finirà solo a maggio. Sappiamo di essere in ritardo e conosciamo il valore delle squadre che ci procedono. Proveremo a vincere più partite possibili e poi tireremo le somme. A quel punto sarà il momento dei giudizi”.

PSICOLOGIA – “Il calcio è uno sport dove la psiche deve farla da padrone. Quando i calciatori hanno fiducia riescono a superare anche i momenti più difficili. Fisico e tattica sono importanti, ma bisogna fare attenzione all’aspetto mentale e all’approccio alla gara (…) Avere tanti giocatori forti e competitività finalizzata al bene della squadra è importante. Serve disponibilità e mettere da parte l’io”.

L’OMBRA DI SIMEONE – “In tutta onesta e sincerità, mi hanno toccato zero le voci su Simeone. Sto allenando una grande squadra e so che tanti allenatori vorrebbero essere al mio posto. Io devo continuare a fare il mio lavoro e mi auguro che a fine stagione i risultati siano a nostro favore”.

PROGETTO – “Qui c’è un progetto importante, che ci stimola a dare il meglio di noi stessi. L’Inter sicuramente avrà un ottimo futuro (…) Qui all’Inter ho trovato una struttura eccezionale”.

CALCIOMERCATO – “Cercare di avere giocatori italiani e forti per avere uno zoccolo duro in grado di creare identità è il nostro obiettivo e Gagliardini ne è l’esempio. Quando abbiamo fatto delle riunioni per impostare il mercato, sia io che il direttore sportivo abbiamo fatto alcuni nomi in questa direzione. Gagliardini era in cima alla lista. Icardi è fortissimo e crescerà ancora ma sono molto contento di avere in rosa anche Palacio ed Eder. Gabigol non è un centravanti. E’ cresciuto tanto, ha dei colpi, viene da una paese molto lontano ma si sta adattando velocemente. Può essere un calciatore importante per il futuro”.

COPPA ITALIA – “Con quattro partite fatte bene si può arrivare ad un obiettivo importante”.

LA METAMORFOSI TATTICA DI ALLEGRI – “Non mi ha stupito, lui ha il polso della situazione in casa Juventus e grandi giocatori a disposizione. La Juventus è una squadra fortissima, ma non imbattibile. Le prime tre davanti stanno facendo un grandissimo campionato, con numeri eccezionali. Noi ci stiamo accodando”.

GIOVANI – “I giovani, per giocare in una grande squadra come l’Inter, devono essere pronti sennò si rischia di bruciarli. Noi abbiamo inserito Pinamonti”.

CANDREVA – “Il rapporto è ottimo, abbiamo lo stesso obiettivo che è quello di dare il massimo per l’Inter. Alla Lazio non era successo nulla di così grave, lui si aspettava di essere il capitano e io ho fatto un’altra scelta”.

MESSI – “Con molta onestà e sincerità, non bisogna prendere in giro nessuno. Se la società dice che è un sogno che non si potrà realizzare credo dica la verità”.

FONTEcalciomercato.it