Perisic, messaggio all’Inter: “Spero di fare buone cose ma, per vincere serve…”

Ivan Perisic ha realizzato un gran gol nella finale del Mondiale persa dalla sua Croazia contro la Francia ma ha procurato anche il rigore, poi trasformato da Griezmann nel 2-1 per i francesi. L’esterno d’attacco croato ha parlato da Mosca dopo il ko della sua Croazia: «Non servivano i miei gol, serviva vincere il Mondiale. Abbiamo dato l’anima ma i dettagli hanno fatto la differenza perché abbiamo regalato due gol. Il primo è nato da una punizione che non c’era, perché su Griezmann non era fallo; poi io ho toccato la palla con la mano per il rigore. Abbiamo giocato meglio e abbiamo creato tanto ma alla fine hanno vinto loro e gli faccio i complimenti».

Prosegue l’esterno parlando anche dell’Inter e del futuro: «Noi torniamo a casa orgogliosi più che dispiaciuti. E aspettiamo l’abbraccio della nostra gente, dopo il risultato migliore di sempre per la Croazia. Inter? Fin qui ho pensato solo alla Croazia. Ora vacanze, poi inizierà la mia stagione. Spero di fare buone cose. Io sono vicecampione del mondo ma per vincere servono tanti giocatori, serve la squadra e quest’anno serve ancora qualcosa in più perché giochiamo la Champions. Mando un in bocca al lupo ai ragazzi che hanno già iniziato al lavorare».