Perisic lancia la Croazia a Euro 2016: “Che paura l’Italia, domani ringrazierò i miei compagni all’Inter. Oggi noi…”

A segno per la terza gara di fila dopo il gol contro la Samp e quello di sabato scorso in Croazia-Bulgaria, Ivan Perisic si gode il suo momento dopo aver lanciato la Nazionale di Cacic a Euro 2016. La firma contro Malta vale infatti i 3 punti per il sorpasso sulla Norvegia, sconfitta in rimonta dall’Italia: “È stato difficile, molto difficile – dice Perisic a fine partita -. Nel primo tempo siamo partiti bene e abbiamo avuto tre-quattro occasioni per segnare. Peccato perché potevamo risolvere subito facendo due o tre gol. Loro hanno combattuto fino all’ultimo e sono stati bravi”.

Determinante il risultato dell’Olimpico: “Abbiamo preso uno spavento negli ultimi dieci minuti quando abbiamo sentito che l’Italia era ancora bloccata a Roma. Per noi raggiungere l’Europeo era essenziale, ora abbiamo più di sei mesi per prepararci. È sempre difficile giocare in trasferta, ma con il sostegno dei nostri tifosi potremo essere ancora più forti. Grazie all’Italia per l’aiuto, anche se noi eravamo in una situazione in cui decidevamo il nostro destino. Domani andrò a ringraziare i miei compagni di squadra all’Inter (gli azzurri Ranocchia e Santon, ndr)”.