Perisic c’è, l’Inter a tratti

L'Inter pareggia 1-1 contro la Sampdoria, il gioco si vede a tratti, ma Mancini può gioire per Perisic

Si conclude sul punteggio di 1-1 la trasferta contro la Sampdoria. Gara complessa, nella quale l’Inter ha più volte dimostrato di soffrire il pressing dei padroni di casa, decisamente più reattivi nel creare ripartenze pericolose e azioni d’attacco. I nerazzurri hanno espresso buon gioco solo a tratti, in particolare negli ultimi minuti della gara.

DIFESA– Medel continua a stupire nel ruolo di centrale con una buona prestazione, peccato per l’errore sul gol di Muriel che ha portato in vantaggio la Sampdoria. Dopo il rientro dall’infortunio una gara sufficiente anche per Murillo, nonostante si noti che l’infortunio lo abbia condizionato fisicamente.  Si confermano in maniera positiva  Santon e Telles, ma in particolare il brasiliano che partecipa con maggiore esito alla manovra d’attacco.

CENTROCAMPO– Prova opaca per il centrocampo interista. Guarin è spesso confusionario e non partecipa attivamente nella fase di non possesso. Ci si chiede ancora  perchè debba essere un titolare inamovibile quando nel suo ruolo potrebbe giocare anche Brozovic. Kondogbia fatica ancora a carburare nel campionato italiano, nonostante sia sempre protagonista di buone giocate nella metà campo. La sufficienza piena è per Felipe Melo, anche se la gara disputata non sia stata indimenticabile. Sempre presente fisicamente e mentalmente è un fastidio costante per gli avversari. E va bene così.

ATTACCO– Finalmente Perisic! Già sull’orlo della critica il croato fornisce un’ottima partita di sacrificio, svolgendo più volte addirittura il ruolo di terzino. Il gol è l’incoronazione di una gara che tutti i tifosi stavano aspettando. In questo modo si rende indispensabile per il gruppo. Buona prestazione anche per Palacio, certezza per Mancini, che si sente più sicuro nello schierare l’argentino al posto di Ljajic. Icardi non riesce a rendersi quasi mai pericoloso, fino all’assist per Perisic che ha portato al pareggio.

PROSSIMO STEP: JUVENTUS– La gara al rientro della pausa delle nazionali sarà una delle partite più attese di tutto l’anno: Inter-Juve. Mancini spera di poter avere a disposizione Jovetic, così da schierarlo nel tridente d’attacco composto anche da Perisic ed Icardi. Fondamentale sarà il ritorno di Miranda dopo l’espulsione contro la Fiorentina. Una sfida da sempre impronosticabile sarà un bivio per i nerazzurri, che dovranno dimostrare di fronte al proprio pubblico di poter realmente lottare per i primi posti del campionato.