Perché noi siamo fratelli del mondo, ma non siamo mica fessi

No, non siamo fessi. E la società vuole sottolinearlo, e lo ha fatto diramando un comunicato nella serata di ieri, in risposta alle parole infondate quanto insensate, del vice presidente della Fiorentina.

Si legge nel comunicato: “Nessuno si deve permettere di parlare a sproposito della nostra società MILANO – F.C. Internazionale comunica di aver letto esterrefatta le dichiarazioni di Paolo Panerai riportate sul proprio profilo Twitter personale. Nessuno si deve permettere di parlare a sproposito della nostra società mettendone in discussione solidità e trasparenza. Nessuno si deve permettere di offendere il club, e di conseguenza i propri tifosi, con dichiarazioni che sono totalmente prive di ogni fondamento. F.C. Internazionale è allibita dalla richiesta di un’iniziativa esemplare di carattere sportivo proprio nei confronti del club, che ha appena sottoscritto in pieno accordo con l’Uefa, insieme a molte altre società, un accordo di pubblico dominio legato al rispetto delle regole del Financial Fair Play. Poiché la Fiorentina sta chiaramente cercando di coinvolgere l’Inter in una vicenda che non la riguarda, per coprire un problema fra la stessa e il giocatore Salah, F.C. Internazionale agirà in ogni sede a tutela della propria immagine e onorabilità.”

È chiaro che il caso Salah è sfuggito di mano alla società viola; è di stamattina la dichiarazione di Aquilani che conferma che l’egiziano già da tempo gli aveva confessato di non voler rimanere a Firenze. Ma i deliri di un folle, stanno cercando di scaricare la colpa su qualcun altro in modo che i tifosi dirottino la loro rabbia per essere rimasti con in mano un pugno di mosche. Le accuse sono del tutto infondate, e vengono da quel campione di eticità che è la società dei Della Valle, l’Inter risponde per le rime, ma speriamo che oltre alla voce grossa seguano anche i fatti.