Per l’Inter bilancio 2012 con un rosso di 80 milioni

Il bilancio 2012 dell’Inter registra un rosso di circa 80 milioni di euro. La perdita, che migliora anche se di poco la performance del 2011 (-87), fotografa una fase antecedente alla svolta nella politica societaria voluta dal presidente Massimo Moratti. C’è da dire che il deficit del bilancio chiuso al 30 giugno 2012 è frutto anche di alcuni acquisti che di fatto sono stati anticipati a gennaio 2012, nella sessione invernale. Il calciomercato estivo ispirato ad una maggiore attenzione all’equilibrio dei conti e i tagli al monte ingaggi incideranno positivamente sul bilancio 2013, in quanto le operazioni sono state portate a termine dopo il 1° luglio. Il costo del lavoro, per esempio, scenderà dai circa 160 milioni del bilancio 2012 a 120 milioni.
Sui risultati della scorsa stagione hanno pesato i minori introiti dal botteghino, complice anche la precoce eliminazione dalla Champions league (che in termini di premi e market pool ha comunque portato nelle casse societarie 31 milioni). Le entrate legate alla voce stadio sono state inferiori, rispetto al 2011, di circa una ventina di milioni.
La scelta del risanamento dei conti, in ogni caso, sarà decisiva nell’ottica del fair play finanziario. Per rispettare il limite dei 45 milioni di rosso nel biennio 2011/12 e 2012/13 previsto dalle regole Uefa, l’Inter dovrebbe produrre in questa stagione un utile di almeno 30 milioni. Un traguardo verosimilmente irraggiungibile in un arco temporale così breve e, soprattutto, giocando in Europa league. Tuttavia, se si riuscirà invertire la rotta sensibilmente nel 2013 dimostrando con i fatti di aver imboccato la via dell'”austerity”, i revisori Uefa potrebbero non applicare sanzioni rilevanti, ma pretendere semplicemente un’accelerazione della nuova linea societaria. Per la squadra nerazzurra, in attesa di capire quando e come andrà in porto l’investimento cinese nel capitale, sarà fondamentale però qualificarsi alla prossima Champions.

Fonte: marcobellinazzo.blog.ilsole24ore.com