Per il dopo Strama si punta su Lucescu

Di ko in ko la riconferma di Stramaccioni sulla panchina dell’Inter è sempre più a rischio. La società nerazzurra sta valutando le alternative e nelle ultime ore è tornato prepotentemente di moda il nome di Lucescu. Già un mese fa, dopo la sconfitta in casa contro il Bologna, Moratti aveva contatto il romeno dello Shakthar il quale aveva declinato gentilmente la proposta. Ma a giugno le cose potrebbero cambiare.

Sono ripartiti i contatti tra Massimo Moratti e Mircea Lucescu. Una notizia che ovviamente nessuno confermerà in maniera ufficiale, nemmeno ufficiosa, ma  che trova riscontri importanti nell’entourage dello Shakhtar Donetsk. Di un clamoroso ritorno del tecnico romeno si era già parlato circa un mese fa, ma il giorno dopo la sconfitta in casa contro il Bologna (10 marzo), il presidente nerazzurro ha telefonato a Lucescu chiedendogli addirittura la disponibilità immediata. Ovviamente non era possibile un divorzio immediato dalla società ucraina, i due si sono accordati pe risentirsi qualche giorno dopo E’ arrivata la vittoria sul Tottenham e Moratti non se l’è sentita di affondare il colpo.

Le sconfitte successive però hanno fatto riaffiorare il malumore, così Moratti ha ricontattato Lucescu che nel frattempo però aveva accettato il rinnovo del contratto offerto dallo Shakhtar. Attenzione quindi. Oggi Lucescu è legato al club ucraino ma ha un gentlemen’s agreement con i suoi dirigenti che gli consentirebbe di liberarsi senza traumi dietro richiesta, anche perché l’aritmetica certezza dello scudetto è ormai a un passo. Lucescu oggi è diventato comunque il più serio candidato alla panchina dell’Inter per la prossima stagione. Impossibile che i tempi vengano anticipati (ma dopo Inter-Bologna si è andati a un passo da questa soluzione), però le quattro sconfitte in cinque partite subite da Stramaccioni stanno facendo crollare un progetto che sembrava impermeabile a qualunque bufera.

Fonte: Sport Mediaset