Pellegrini abbraccia l’Inter e Moratti: “Lo aiuto io, non venda all’indonesiano”

L’ex patron della Beneamata spera in una conclusione negativa della trattativa, ma intanto l’indonesiano preme per il 65% della società insieme al socio Rosan Roeslani.

Dieci anni di Inter, tanti campioni transitati nelle file nerazzurre, diversi successi. Ernesto Pellegrini ha lasciato un bel ricordo tra i tifosi della Beneamata, che in questi giorni sognano l’arrivo di Erick Thohir come nuovo investitore, con o senza Massimo Moratti.

“Non ho nulla di personale nei confronti di Thohir, che non conosco e ha una posizione finanziaria invidiabile, però questa situazione mi addolora perché mi dispiace vedere la mia squadra del cuore finire nelle mani di uno straniero” evidenzia l’ex presidente interista alla ‘Gazzetta dello Sport’.

Nessuna parola con Moratti, anzi viene negata la presunta inamicizia di vent’anni fa: “Mi ha sempre dato atto di essere stato corretto con lui e di avergli lasciato una società a posto sotto tutti i punti di vista. Siamo amici, tutti gli anni è ospite a casa mia e confesso che mi fa piacere quando mi dice: “Ernesto, sei un signore”…”.

Pellegrini lancia l’appello: “Auspico che Moratti continui a fare il presidente dell’Inter. Ma se da solo non ce la fa più, perché non si fa avanti per aiutarlo qualche imprenditore italiano, meglio milanese e comunque interista? Come presidente ho già dato, ma sono pronto a dargli una mano in altra veste. In fondo, basterebbero 4 persone serie…”.

Meglio continuare con gli Agnelli, i Berlusconi, i Moratti: “Perché le squadre di calcio non sono un business, coinvolgono la passione di tanta gente. Un club di calcio prima di tutto deve essere amato. Thohir, come qualsiasi altro straniero non può dire di amare l’Inter. Magari col tempo…”.

Pellegrini non ci sta, ma intanto l’indonesiano 43enne punta a divenire azionista di maggioranza del club al 65%, assieme al socio d’affari Rosan Roeslani.

Gli studi nerazzurri e indonesiani lavorano per mettere a punto il contratto da firmare, mentre per la chiusura definitiva servirà attendere settembre. La firma, invece, potrebbe arrivare già ad agosto.

Fonte: goal.com