In trasferta o giù in città? Pazza Inter Stramala

Come gioca l’Inter nelle gare in trasferta? A questa domanda potremmo rispondere un “ti piace vincere facile?” in tutti i sensi. La formazione nerazzurra ha infatti disputato già sei partite di campionato e tre di Europa League lontano da San Siro in questo avvio di stagione,vincendole tutte e subendo il primo gol solo contro il Bologna, per mano di Cherubin. Una statistica che, in questo momento, tiene l’Inter come la miglior squadra d’Europa per rendimento in trasferta. E non mi pare poco, considerando il balzo a 27 ed il raggiungimento del secondo posto più che meritato, diciamo pure Strameritato, in classifica. C’era una volta un viaggio a Pescara che vide un trionfo netto già alla prima giornata; poi i tempi del vincere facile hanno lasciato spazio a risultati più sofferti come lo 0-2 dell’Olimpico contro il Torino, che vide un Principe già combattente quando gli altri stavano ancora “carburando” … Poi ancora a Verona per battere il Chievo, ma nulla a confronto della soddisfazione di vedere un San Siro gremito di milanisti che si sono dovuti chinare al potere nerazzurro in trasferta. Dimentico qualcosa? Già: l’ultima impareggiabile vittoria allo Juventus Stadium, il tempio del nemico, finora fortezza inespugnata. Ma ancora non abbiamo risposto alla domanda: come gioca l’Inter in trasferta? Gioca con continuità e ferocia, con passione e con coraggio, quel coraggio (e non spensieratezza) che un giovane Mister ha saputo infondere nel cuore di grandi campioni o di future certezze che mancavano di fiducia. E se ancora non sappiamo cosa ci riserverà il futuro possiamo concentrarci e sperare che giovedì sera contro il Partizan a Belgrado continueremo su questa strada che pur in salita e con fatica ci sta già regalando grandi emozioni. Anche perché subito dopo, domenica, saremo attesi a Bergamo per un’altra impresa e, ricordiamolo, senza Samuel e Ranocchia, due colonne portanti di questa fortezza sarà ancora più arduo. Ma noi siamo l’Inter, la pazza Inter, e non molleremo mai, AMALA!!

Stefania Cattaneo