Paulinho: pronto il blitz ad ottobre

C’è sempre José Paulo Bezerra Maciel Júnior, meglio noto come Paulinho, in cima alla lista di mercato di casa Inter. Il 24enne brasiliano, centrocampista di grandi qualità in forza al Corinthians, è stato corteggiato per tutta l’estate, invano. Alla fine, infatti, il verdeoro ha deciso di rimanere in patria almeno fino al termine del 2012, potendo così disputare il Mondiale per Club dopo la prestigiosa vittoria nella Copa Libertadores. Un calciatore offensivo, capace di realizzare ben 18 reti in 92 match, numeri interessanti per un centrocampista e naturalmente, dati che hanno fatto innamorare il direttore dell’area tecnica Marco Branca. In corso Vittorio Emanuele hanno pronto un assegno da 13 milioni di euro per chiudere la pratica e assicurarsi il giocatore. Per evitare però il ripetersi dei vari casi Sanchez, Lavezzi, Lucas e via dicendo, che nelle ultime sessioni di trattative hanno “segnato” la compagine meneghina, l’idea dei nerazzurri è quella di effettuare un blitz nelle prossime settimane in modo da bloccare il giocatore. L’obiettivo è quello di una missione in Brasile a cavallo fra ottobre e novembre, in autunno inoltrato, e poco prima dell’inizio ufficiale del mercato di riparazione. Il più è stato fatto, dopo settimane di trattative, ma vanno ancora stabiliti alcuni dettagli sia con la dirigenza del club quanto con il giocatore, in modo che possa scaturire la fatidica fumata bianca. Del resto Paulinho sta mandando messaggi inequivocabili dal Brasile: «Resterò fino al Mondiale per club, poi non so…». E’ nota la voglia d’Europa del centrocampista carioca e a meno di clamorosi colpi di scena e di una nuova intromissione, il suo futuro sarà ad Appiano gentile. Un calciatore che sta guadagnano grande visibilità dopo la vittoria della Copa Libertadores, e si mormora che il commissario tecnico della nazionale brasiliana, Mano Menezes, stia pensando di mandarlo in campo dal primo minuto in vista dell’amichevole contro il Sudafrica in programma domani. Una trattativa, come dicevamo, che ha origini lontane, nata addirittura durante i mesi di maggio/giugno, quando l’agente del giocatore aveva fatto visita in un paio di occasioni a Milano, nel noto Ata Hotel, per sondare con mano un eventuale trasferimento in Serie A del proprio assistito. L’Inter ha già predisposto il tesoretto da dedicare al brasiliano, dopo le varie partenze in massa.
L’idea è quella di destinare circa 12/13 milioni di euro al Corinthians e provare a tornare a sondare Floccari o Pellissier con Lazio e Chievo.

Fonte: ilsussidiario.net