Parma-Inter: probabili Formazioni


Match dal sapore europeo stasera al Tardini tra un Parma ormai matematicamente salvo ed un’Inter che continua ad inseguire il sogno Champions, divenuto possibile dopo le vittorie su Udinese e Cesena. Gli uomini di Donadoni, come ammesso dal loro stesso allenatore, vogliono coltivare qualche piccola speranza di Europa League. La condizione generale del gruppo gialloblù è molto buona, quindi sognare è lecito. Lo stesso dicasi per la formazione nerazzurra, che con “Strama” in panchina non ha ancora perso ed è tornata a vedere le prime posizioni.

Gli emiliani arrivano dal successo di Lecce, che ha posto le basi definitive per la permanenza della squadra in massima serie. Per la squadra di Donadoni si è trattato addirittura del quarto successo consecutivo, a testimonianza dell’ottimo momento di forma.

Per la gara di stasera saranno assenti Gobbi per squalifica e gli acciaccati Mirante, Mariga e Floccari. Pesanti soprattutto le indisponibilità del portiere e del centravanti calabrese.

Il Parma scenderà in campo secondo il modulo 3-5-2. Confermato tra i pali l’ex-bresciano Pavarini, in difesa ci saranno Santacroce, Paletta e Lucarelli, sulle fasce il velocissimo Biabiany e Modesto, a metà campo il trio formato da Valiani, Valdes e Galloppa. Il cileno, in particolare, avrà il compito di sganciarsi in avanti in fase offensiva, formando così un 3-4-1-2 in cui le due punte saranno Sebastian Giovinco, l’uomo di maggior classe della formazione parmense, e l’ex-romanista Okaka, che ci terrà di sicuro a mettersi in mostra, anche per meritarsi la riconferma in vista della prossima stagione.

L’Inter, invece, è reduce dal successo interno contro il Cesena. Un successo di misura, in rimonta, arrivato in capo ad una prestazione non straordinaria dal punto di vista dell’intensità ma comunque apprezzabile. Si è trattato della seconda vittoria consecutiva dopo quella conquistata al Friuli contro l’Udinese.

Per il match di stasera Andrea Stramaccioni dovrà fare a meno di quattro giocatori, ovvero Castaignos, Samuel, Zanetti e Chivu.

I nerazzurri scenderanno in campo con il modulo 4-3-3, con il tridente Alvarez-Milito-Zarate di punta. Confermato Obi sul centrosinistra della mediana, al centro della difesa ci saranno Lucio e Samuel. Contro i romagnoli, proprio il nigeriano è stato il migliore in campo.Bene anche il ritrovato Zarate, continua invece il periodo di involuzione per Pazzini.

Lorenzo Rizzi