Una palma in Duomo meglio di me all’Inter

Gian Piero Gasperini non ha dimenticato il proprio passato nell’Inter. In vista della sfida ai nerazzurri con la sua Atalanta delle meraviglie, l’allenatore ha parlato delle vecchie esperienze e della stagione attuale: “L’Inter è stata un’esperienza durissima. Non avevo mai fatto un’amichevole con la squadra al completo e mi concessero solo 3 partite di campionato” racconta alla Gazzetta dello Sport.

“Ho sbagliato io ad andare in una società che non mi ha voluto con forza, che non mi considerava e che di conseguenza non poteva proteggermi. Io e l’Inter non c’entravamo nulla. Se è più a suo agio una palma in Duomo o io all’Inter? La palma”

Poi accende la sfida di domenica alla sua ex squadra parlando di Kessie e Gagliardini: “Un gran duello. Caricherò Frank dicendogli: Milano è tappezzata dai cartelloni di Gagliardini, se tu vai in Duomo non ti riconoscono neppure. Quanto vale lui se Kondogbia ne vale quasi 40? Non lo so. Ma come valore di campo Franck non è inferiore”.

Infine una battuta sulle ambizioni dei bergamaschi: “Dopo questa stagione, è giusto che l’Atalanta alzi il tiro delle ambizioni e il profilo degli acquisti. L’Atalanta deve scattare in una fascia superiore, posizionarsi in una zona media-alta, nella prossima stagione non si dovrà più parlare di salvezza”.

FONTEsportal.it